Ospedali a misura di donna: prestigioso riconoscimento per la sanità dell'Umbria

Da Perugia a Città di Castello, fino a Pantalla: i bollini assegnati dall'Osservatorio Nazionale sulla salute della donna, premiano i servizi della nostra sanità sul fronte prevenzione, diagnosi e malattie femminili

Ospedali dell’Umbria sempre più a misura di donna. Sono tre gli ospedali in rosa della USL Umbria 1 che oggi a Roma hanno ricevuto da Onda, Osservatorio Nazionale sulla salute della donna, il riconoscimento dei bollini rosa, valido per il biennio 2018-2019, per l’offerta di servizi dedicati alla prevenzione, diagnosi e cura delle principali malattie femminili.

Sulla base di una scala da uno a tre l’Ospedale di Città di Castello ha ricevuto 3 Bollini Rosa, 2 bollini per l’Ospedale di Gubbio-Gualdo Tadino a Branca e per l’Ospedale Media Valle del Tevere a Pantalla. Anche l’azienda ospedaliera di Perugia, per il quinto anno consecutivo, ha ricevuto i tre ambiti bollini.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I bollini sono stati riconosciuti in generale per l’ampia gamma di servizi offerti nell’ambito del percorso nascita e post parto (compresi partoanalgesia e altre tecniche non farmacologiche per il contenimento del dolore…), per la presa in carico della donna nel percorso senologico, per il protocollo di assistenza in caso di sospetta violenza sulle donne e per una sempre più marcata  attenzione alle esigenze femminili, con percorso di mediazione culturale attivabile dai servizi nel percorso diagnostico-terapeutico, e forte integrazione ospedale-territorio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus | Lettera di risposta a Cucinelli: "Non per tutti volano felici le rondini: perchè non dà suggerimenti al Premier Conte?"

  • Coronavirus, salgono a 14 le vittime: nella notte è deceduto in ospedale un 59enne

  • Coronavirus, purtroppo altre 3 persone decedute negli ospedali di Foligno, Pantalla e Terni. Sono 24 in Umbria

  • L'Umbria apre tutte le sue bocche di fuoco contro il virus: test rapidi, 2mila tamponi al giorno e 25mila controlli mirati

  • Coronavirus, bollettino medico regionale del 22 marzo: 522 contagiati, 16 le vittime accertate

  • E alla fine il decreto sul lavoro è stato firmato, ecco le schede dei settori operativi e di chi potrà lavorare

Torna su
PerugiaToday è in caricamento