Ospedale di Pantalla, inaugurata la nuova unità operativa di cardiologia riabilitativa e sportiva

La governatrice Marini: "Un servizio di riabilitazione che concentra il meglio della professionalità e della tecnologia nel campo della medicina dello sport e che sarà a disposizione degli sportivi, delle famiglie dei giovani e di tutti coloro che hanno necessità di servizi di riabilitazione"

“Un servizio di riabilitazione che concentra il meglio della professionalità e della tecnologia nel campo della medicina dello sport e che sarà a disposizione degli sportivi, delle famiglie dei giovani sportivi e di tutti coloro che hanno necessità di servizi di riabilitazione”: lo ha affermato la presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, intervenendo stamani a Pantalla di Todi all’inaugurazione del “CRES” (Cardiologia Riabilitativa e Sportiva), la nuova struttura specializzata dell'Ospedale della Media Valle del Tevere, rivolta agli sportivi e agli utenti di qualsiasi età che devono essere sottoposti a visita medica per il rilascio del certificato di idoneità. Sono intervenuti, oltre alla presidente Marini, l’assessore regionale alla Coesione sociale e al Welfare, Luca Barberini, il sindaco di Todi, Carlo Rossini, il sindaco di Marsciano, Alfio Todini, il Direttore Generale USL Umbria1, Andrea Casciari.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

  “L’unità operativa che andiamo ad inaugurare oggi - ha detto la presidente Marini – vuole dare una risposta immediata alle esigenze del cittadino, che troverà in questa struttura professionisti che si fanno carico di tutte le problematiche inerenti a questo ramo della medicina. Noi, come servizio sanitario regionale, abbiamo la missione prima di tutto di dare il meglio agli umbri e poi, se siamo bravi e capaci, anche di diventare un punto di riferimento di elevata qualità. Nel campo della sanità – ha proseguito - le sfide da affrontare per dare le risposte ai cittadini sono tante e il sistema sanitario deve saper valorizzare al meglio le grande professionalità, attraverso un modello organizzato e gestionale sempre più pronto, semplice e facilmente fruibile”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spettacolo in cielo, le Frecce Tricolori sorvolano Perugia: ecco l'orario

  • Umbria Jazz, colpo di scena: l'annuncio ufficiale, progetto per quattro concerti ad agosto

  • Ad Umbertide apre un nuovo supermercato: 450 mq e una linea di prodotti tutta made in Umbria

  • Piante antizanzare da coltivare sul balcone o in giardino

  • Coronavirus, bollettino regionale del 31 maggio 2020: zero contagi, 17 le persone ricoverate

  • Coronavirus in Umbria, il bollettino del 26 maggio: un nuovo positivo su 1097 tamponi

Torna su
PerugiaToday è in caricamento