Lo cercano ovunque, ma il rapinatore latitanti era ricoverato all'ospedale di Perugia

L'uomo, stando alle informazioni fornite dai carabinieri, avrebbe commesso insieme ad altri complici una rapina nei confronti di due connazionali, riuscendo a rubare 1700 euro, un tablet e un cellulare, l’agosto scorso a Castiglione del Lago

Lo avevano fermato per un normale controllo di routine, ma vedendo i carabinieri aveva deciso di darsela a gambe levate. I militari, visionando dei filmati di sorveglianza ed estrapolando alcuni fotogrammi, sono riusciti ad identificare l'uomo. In base alle indagini svolte, si tratterebbe di un 33enne, di origine nigeriana, latitante.

L'uomo, stando alle informazioni fornite dai carabinieri, avrebbe commesso insieme ad altri complici una rapina nei confronti di due connazionali, riuscendo a rubare 1700 euro, un tablet e un cellulare, l’agosto scorso a Castiglione del Lago. I militari, dopo numerose ricerche, hanno beccato il rapinatore all'ospedale di Perugia, dove era stato ricoverato a seguito do un infortunio. Immediato il blitz in ospedale. Il 33enne si trova adesso ricoverato al carcere di Capanne.

A finire nei guai anche un ragazzo di 21 anni. In questo caso però la storia è ben diversa. Il giovane, di origini romene, è stato trovato a gironzolare a Fontivegge, nonostante dovesse essere ai domiciliari. Il giovane è stato immediatamente arrestato. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nessuno vuole più indossare la toga? Esame da avvocato, domande al minimo storico

  • Muore a 39 anni schiacciato dal trattore, inutili i soccorsi

  • Ricerche sul monte Serrasanta a Gualdo Tadino, trovato il corpo del 40nne

  • Il Comune di Perugia assume personale, il bando e la scadenza

  • Umbria, colpito da infarto in banca: infermiere e vigile del fuoco fuori servizio gli salvano la vita

  • Cadavere in un canale, sul posto Carabinieri e Vigili del fuoco

Torna su
PerugiaToday è in caricamento