Ospedale di Perugia: intervento "unico" per curare il cancro alla lingua

Il trattamento ha permesso  di preservare l’organo - senza cioè ricorrere ad un intervento chirurgico mutilante-  ed effettuare un numero ridotto di sedute di  radioterapia, appena 9 contro le ricorrenti 33

E’ stato effettuato per la prima volta all'ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia un trattamento su un paziente di 68 anni, proveniente da fuori regione, affetto da un carcinoma della lingua, che ha permesso  di preservare l’organo - senza cioè ricorrere ad un intervento chirurgico mutilante-  ed effettuare un numero ridotto di sedute di  radioterapia, appena 9 contro le ricorrenti 33.

Lo straordinario  risultato è il  frutto di una  sinergia tra professionisti e grazie alla partecipazione a uno specifico master  da parte della Dottoressa Valentina Lancellotta presso l’Università di Lubecca.
“In quella città opera il  professor Gyoergy Kovacs,  considerato  unanimemente  il migliore specialista al mondo in materia di oncologia testa-collo, un professionista che conosce Perugia e che ci onora della sua amicizia - spiega la professoressa Cynthia Aristei, responsabile della Radioterapia Oncologica  –. Abbiamo così intrapreso una collaborazione tra le due Università ed il paziente trattato in sinergia con il professor Antonio Tullio, responsabile della struttura  di Chirurgia Maxillofacciale è  stato  ricoverato solo una settimana, ed è stato dimesso  in buone condizioni fisiche”.

Ora il paziente, che aveva individuato il centro di  Perugia grazie ad una ricerca su internet come centro di eccellenza per la cura di patologie oncologiche della testa-collo si sottoporrà ai controlli di routine, ma già durante la degenza, spiega l'azienda ospedaliera, "aveva manifestato tutta la piena soddisfazione per la scelta fatta".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, purtroppo altre 3 persone decedute negli ospedali di Foligno, Pantalla e Terni. Sono 24 in Umbria

  • L'Umbria apre tutte le sue bocche di fuoco contro il virus: test rapidi, 2mila tamponi al giorno e 25mila controlli mirati

  • Coronavirus, bollettino regionale del 29 marzo: 1023 contagiati, cresce il numero dei guariti, 'solo' in 46 in terapia intensiva

  • Coronavirus, bollettino medico del 26 marzo: in Umbria 20 morti, 802 contagiati e 12 clinicamente guariti

  • Coronavirus, quando finirà l'emergenza? Le previsioni per l'Umbria

  • Coronavirus, bollettino regionale Umbria 31 marzo: rallenta il contagio, aumenta invece il numero dei guariti

Torna su
PerugiaToday è in caricamento