Avvelenati dal botulino, studenti ancora in Rianimazione: il bollettino medico

Secondo quanto si apprende, i medici del Santa Maria della Misericordia hanno tentato più volte di "svezzare" i due ragazzi dalle macchine, ma ancora senza successo

Dopo sette giorni sono ancora ricoverati nel reparto di Rianimazione dell'ospedale di Perugia i due studenti di 26 e 21 anni avvelenati dal botulino.

Secondo quanto si apprende, i medici del Santa Maria della Misericordia hanno tentato più volte di "svezzare" i due ragazzi dalle macchine (cioè di svegliargli dal coma), ma ancora senza successo.

Resta comunque costante il contatto dei sanitari di Perugia con centro antiveleni di Pavia. Il botulino, si apprende da fonti ospedaliere, richiede diverse settimane di terapie. Continua il monitoraggio dei parametri vitali dei due ragazzi. La prognosi resta comunque riservata.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Assembramenti e risse in centro e Fontivegge, ordinanza Romizi: chiusura anticipata locali e obbligo mascherine

  • Coronavirus in Umbria, la mappa del contagio al 19 maggio: tutti i dati comune per comune

  • Contrordine da Roma, dalle 13 siamo una regione a rischio basso, quindi virtuosa. Ora nel mirino: la Valle d'Aosta

  • Coronavirus e movida violenta a Castel del Piano, in venti ubriachi al bar e scoppia la rissa: quattro arresti

  • Centro storico, assembramenti notturni in piazza Danti e in piazza IV Novembre: è polemica

  • Continua la campagna anti-Umbria sui contagi, ma il bollettino smentisce tutti: zero contagiati anche oggi, zero morti

Torna su
PerugiaToday è in caricamento