Ordigni bellici ritrovati alla stazione di Ponte San Giovanni, bombe fatte esplodere

Task force in azione. Una volta rimossi, gli ordigni sono stati trasportati sotto scorta in una cava di Perugia, interrati e fatti brillare

Sono stati rimossi e disinnescati gli ordigni bellici alla stazione di Ponte San Giovanni, ritrovati il 3 novembre durante i lavori di ammodernamento della stazione ferroviaria. Le operazioni di rimozione e brillamento degli ordigni, risalenti al II conflitto mondiale, si sono concluse oggi con successo grazie all’intervento del VI Reparto Genio Pionieri dell’Esercito di stanza a Roma, coadiuvato dalle Forze di Polizia territoriali che hanno tempestivamente proceduto a mettere in sicurezza l’area.

VIDEO Ponte San Giovanni, bombe inesplose vicino alla stazione: polizia sul posto

Dopo un’attenta valutazione delle condizioni di conservazione e della pericolosità degli ordigni, si è proceduto alla loro rimozione dal sito, avvenuta senza la necessità di interrompere temporaneamente la circolazione ferroviaria che è regolarmente proseguita. I residui bellici, una volta rimossi, sono stati trasportati sotto scorta in una cava di Perugia, dove, dopo essere stati interrati, alle ore 13.00, sono stati fatti brillare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Foligno, scoperto cadavere lungo la strada: indagano le forze dell'ordine

  • Auto distrutta nell'incidente provocato da un cane libero sulla E45: "Aiutatemi a trovare i padroni"

  • Ferrari 488 Pista, dalle corse alla strada: monta il motore V8 3.9 turbo, venduto a Perugia uno dei pochi esemplari prodotti

  • Artemisia, la bimba umbra dai lunghi capelli rossi, è già una star: dalle super griffe a Netflix

  • Mantignana, donna trovata morta in un appartamento: le indagini dei carabinieri

  • A Città di Castello apre il ristorante-pizzeria Food Art: mangi e leggi libri e fumetti

Torna su
PerugiaToday è in caricamento