Aeroporto dell'Umbria, trattative per nuovi voli: si avvicinano Parigi e Amsterdam

Migliora il bilancio della società Sase e aumentano i passeggeri negli ultimi due anni. E ora nuove trattative per ampliare l'offerta dei voli: si sta trattando per ottenere i collegamenti con due importanti scali turistici come Parigi e Amsterdam

Crescono i passeggeri - uno dei rari casi in Italia - e a breve potrebbero aumentare anche le destinazioni verso nuove mete. Stiamo parlando dell'aeroporto dell'Umbria che, attraverso la società Sase, sta trattando nuovi collegamenti con Parigi, Amsterdam, Colonia, Brindisi e Lamezia Terme. "Sempre che si riapra - è detto nella nota - la procedura di assegnazione della concessione ventennale per salvaguardare gli investimenti fatti e le risorse locali impegnate negli anni e che il nostro scalo venga inserito tra quelli di interesse nazionale, considerando anche il potenziale ruolo di supporto al sistema aeroportuale romano".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Grazie ai supporti e alle azioni di marketing territoriale in collaborazione con Regione Umbria, Camera di commercio di Perugia e Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia - si sottolinea nella nota - sono intanto confermati i collegamenti di linea con Londra, Bruxelles-Charleroi, Barcellona-Girona, Trapani, Tirana, Cagliari e Bucarest, i voli charter estivi per Palma de Maiorca, Ibiza, Creta, Rodi e Sharm El Sheikh, ed i collegamenti con Santiago de Compostela, Mostar-Medjugorie, Lourdes e la Terra Santa legati allo sviluppo del turismo religioso"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la mappa del contagio in Umbria all'1 aprile: tutti i casi per comune di residenza

  • Coronavirus, purtroppo altre 3 persone decedute negli ospedali di Foligno, Pantalla e Terni. Sono 24 in Umbria

  • L'Umbria apre tutte le sue bocche di fuoco contro il virus: test rapidi, 2mila tamponi al giorno e 25mila controlli mirati

  • Coronavirus, bollettino regionale del 29 marzo: 1023 contagiati, cresce il numero dei guariti, 'solo' in 46 in terapia intensiva

  • Coronavirus, quando finirà l'emergenza? Le previsioni per l'Umbria

  • Coronavirus, bollettino regionale Umbria 31 marzo: rallenta il contagio, aumenta invece il numero dei guariti

Torna su
PerugiaToday è in caricamento