La città che cambia, la nuova piazza di Monteluce è realtà: "Siamo solo all'inizio"

Stamattina è stata inaugurata e aperto al pubblico la piazza principale del complesso sorto nell'area che ospitava l'ex ospedale di Perugia. Ecco tutte le novità e le prossime aperture commerciali

Tre anni fa la prima pietra per un progetto che sulla carta era importante, difficile e oneroso. Tre anni dopo invece la prima vera inaugurazione con realtà economiche che hanno già preso possesso e cittadini che già stanno sperimentando arredi e panchine di questa nuova Piazza sorta dalle ceneri della cittadella sanitaria di Monteluce. Senza tanti giri di parole: è bella, funzionale, suggestiva ma manca un po' di verde e qualche scultura o fontana che richiamano la storia e l'architettura di casa nostra. Ma siamo solo all'inizio di una riqualificazione molto più ampia portata vanti da un fondo bancario Bnp Paribas, fortemente voluta dalle passati amministrazioni comunali e regionali, con tanto di Università degli Studi in prima linea per consegnare alle istituzioni pezzi importanti della proprietà della vecchia cittadella sanitaria. 

VIDEO/1 - VIDEO/2 "LA NUOVA PIAZZA DI MONTELUCE"

L'INAUGURAZIONE - Prima dell'inaugurazione con tanti cittadini al seguito, è stata fatta una visita guidata riservata alla stampa degli spazi commerciali e degli edifici di prossima apertura è stata inaugurata piazza Cecilia Coppoli alla presenza tra gli altri della presidente della Regione Umbria Catiuscia Marini, del sindaco di Perugia Andrea Romizi, del rettore dell'Universita' degli Studi, Franco Moriconi, del direttore dell'azienda ospedaliera di Perugia Walter Orlandi e del fund manager di BNP Paribas per il Fondo Umbria - Comparto Monteluce, l'ing. Luca Panizzi.

“Sono trascorsi quasi 10 anni dalla sottoscrizione dell'accordo di programma che ha dato il via all'operazione, circa 6 dalla chiusura dell'ospedale, meno di 3 dall'avvio della ricostruzione” ha dichiarato il fund manager di BNP Paribas REIM SGR p.A., per conto del Fondo Umbria – Comparto Monteluce, l’Ing. Luca Panizzi “Un processo lungo e complesso di cui oggi vediamo un primo importante risultato che siamo lieti di condividere con le istituzioni che lo hanno promosso, le tante professionalità che hanno lavorato per conseguirlo ed il quartiere che lo ha fortemente atteso”.

LE ATTIVITA' COMMERCIALI - Il 28 marzo aprirà il primo centro commerciale: l'investimento è legato al marchio Emisfero. Stessa data per un piccolo e grazioso bar di quartiere. E arriveranno i primi studi professionali e uffici privati. Mentre quelli comunali - 14 spazi prenotati -  saranno aperti entro giugno di quest'anno. La piazza avrà anche una mega palestra - apertura ad aprile - Planet Body con tanto di vetrata per gli esercizi che darà sulla buova agorà di Monteluce. L'ultimo ad entrare a regime sarà l'edificio riservato alle prestazioni sanitarie e agli ambulatori medici (si parla di un anno e mezzo). In futuro, andando oltre la piazza, arriverà la Clinica Liotti e un campus universitario gestito dall'Adisu per un centinaio di studenti. Nella nuova piazza sbarcherà anche un ufficio della Cgil pensionati.

E' già partita la campagna vendita per il primo lotto residenziale - stiamo sui 2mila euro al metro quadrato - verranno offerti appartamenti di pregio, frutto di un progetto all’avanguardia sia sotto il profilo della sostenibilità che delle soluzioni tecniche. Tutte le unità sono classificate in classe energetica A o A+. Sono a disposizione varie tipologie di appartamenti, dal monolocale al quadrilocale, con ampi giardini o terrazzi, concepiti per venire incontro alle esigenze di ogni acquirente. 

IL SINDACO ROMIZI “E’ fondamentale che tutti assieme ancora si creda in questa scommessa, una grande scommessa riguardante un pezzo di città così importante per i cittadini di Perugia.” prosegue il Sindaco Andrea Romizi “Siamo qui con le istituzioni per restituire ai cittadini questa piazza e per ringraziare tutti coloro che hanno concorso in questa opera e hanno percorso questo cammino, a volte impervio, difficile, complesso ma fatto in tempi celeri, un investimento davvero molto importante per questo territorio. La nuova amministrazione conferma il proprio impegno per questo intervento così riuscito con la decisione di portare qui  una buona parte degli uffici comunali, quelli dedicati al cittadino, ai servizi educativi e al sociale, quasi 150 dipendenti, più di 2000 mq.”

IL CAMPUS UNIVERSITARIO “Per chi ama la nostra bella Perugia come il sottoscritto l’emozione di poter tornare a vivere e frequentare le atmosfere dello storico quartiere di Monteluce, ancorato per decenni alla presenza delle attività ospedaliere e universitarie, è seconda soltanto alla soddisfazione di poter finalmente vedere realizzati i primi passi concreti di un progetto che anche l’Ateneo ha seguito in questi anni con grande attenzione » ha commentato il Magnifico Rettore Franco Moriconi. «L’Università, che anche nel nuovo contesto continuerà a fare la sua parte, è lieta di verificare, oltre a quella degli spazi commerciali, la presenza di uffici pubblici, di servizi importanti come i 150 posti letto previsti da destinare agli studenti e il moderno presidio sanitario. Sono certo che la rivitalizzazione di Monteluce contribuirà ad arricchire le opportunità che il centro storico della città offre ai molti giovani che frequentano i nostri corsi, di cui Monteluce è parte integrante, e che rappresentano la ricchezza più importante di una città che fa della sua vocazione culturale il principale volano di attrazione e di interesse”.

LA REGIONE "Quella di oggi è una giornata di festa in cui restituiamo alla città un patrimonio pubblico e ringrazio per questo tutte le istituzioni presenti e gli addetti ai lavori che hanno investito risorse e il proprio impegno in quest’area” ha dichiarato la Presidente della Regione Catiuscia Marini “Questo lavoro non è stato un lavoro semplice, anche dal punto di vista finanziario, in quanto gestito in anni in cui gli enti pubblici, la Regione in primis, sono stati chiamati ad operazioni di fortissima razionalizzazione dei fondi pubblici e del proprio patrimonio. Lo abbiamo dovuto fare contro corrente ma è stato fatto sapendo di compiere un’azione utile, che pensa al futuro strategico della città, una città che si trasforma grazie anche a questa nuova architettura contemporanea"

La Nuova Monteluce: il progetto complessivo  - Comprende nuove architetture che si accostano ai fabbricati storici dell’ex policlinico, disegnando edifici e spazi urbani che ospitano una pluralità di funzioni e destinazioni d’uso. I primi due edifici, realizzati tra l’ex monastero e l’ex padiglione dell’ospedale che è stato conservato (ex Clinica chirurgica), comprendono uffici (3.350 mq), spazi commerciali (950 mq), parcheggi interrati (5.900 mq) e spazi pedonali. Oltre il padiglione ospedaliero, che sarà ristrutturato al fine di ospitare un moderno presidio sanitario pubblico e in cui verrà realizzata un’apertura per creare un collegamento con la parte retrostante del progetto, sono in corso di realizzazione altri due edifici comprendenti spazi commerciali, residenze per studenti e altri servizi.

Grazie alla realizzazione dei parcheggi interrati, le strade e i piazzali che riempivano l’area dell’ex ospedale saranno ridotti da quasi 24.000 mq a poco più di 6.000 mq, lasciando spazio ad aree pedonali (oltre 12.000 mq) e nuove aree verdi. Le superfici verdi esistenti, in gran parte non praticabili, aumenteranno di oltre il 50% grazie a nuove aree attrezzate e spazi di pertinenza degli edifici.

Complessivamente oltre il 40% delle superfici dell’area sarà destinato ad aree verdi. Lo spazio a terra occupato dai fabbricati diminuirà nel complesso del 15% ed anche il volume costruito sarà inferiore a quello dell’ex Policlinico. Per effetto della demolizione delle strutture precedentemente esistenti, la nuova disposizione planimetrica assicurerà inoltre maggiore permeabilità tra le diverse parti dell’area e nuove visuali.
 
.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nessuno vuole più indossare la toga? Esame da avvocato, domande al minimo storico

  • Muore a 39 anni schiacciato dal trattore, inutili i soccorsi

  • "Mi ha ridotto così divertendosi": Caterina denunciando tutto è riemersa dall'abisso: massacrata ma viva

  • Cadavere in un canale, sul posto Carabinieri e Vigili del fuoco

  • Ingegneri, architetti, scienziate e statistici: i laureati che mancheranno nei prossimi anni

  • Albero crolla e si abbatte su una casa e su un'auto

Torna su
PerugiaToday è in caricamento