Perugia nell'olimpo della banda ultralarga: ecco come cambia la vita e il lavoro

Perugiatoday.it ha intervistato Silvano Bartolini, guru del settore delle Telecomunicazioni e socio fondatore insieme al fratello Mauro del gruppo perugino Barton

La rivoluzione nazionale del nuovo concetto di navigare in rete (per lavoro o per tempo libero) passa, sta passando e passerà da Perugia. Una rivoluzione silenziosa ma che cambierà le vite, il modo di lavorare e persino la comunicazione. Eppure, anche se tutti hanno letto o sentito dell'approdo della banda ultralarga a Perugia e a Milano (le due città campioni), in pochi tra la massa degli utenti sa bene di cosa si tratti nel profondo. Dicevamo una rivoluzione silenziosa che, invece, tra gli addetti ai lavori sta assumendo la valenza della madre di tutte le guerre commerciali dove conta esserci ma soprattutto vincere. 
 
A Perugia infatti si gioca la partita Enel-Telecom: i primi hanno in tasca un accordo con il Comune che porterà la fibra nei contatori dell'80 per cento dei perugini entro il 2017 attraverso un lavoro duro di cablatura. I secondi, la squadra di Telecom-Tim, è già entrata in campo: con già mille collegamenti avviati e un progetto di 10milioni di euro per completare il puzzle cittadino. Questo è lo scenario. E per capirci meglio, traducendo la battaglia della banda ultralarga in concetti per tutti, Perugiatoday.it ha intervistato un super esperto come Silvano Bartolini, imprenditore di Telecomunicazioni della prima ora e proprietario insieme al fratello Mauro, del colosso perugino Barton in partnership con Telecom da quasi 30 anni. 

"Non amo molto il termine battaglia sulla banda ultralarga - ha spiegato Silvano Bartolini - anche perchè questo strumento è uno strumento di lavoro, di relazioni sociali, di assistenza e di rapporti umani che possono sopravvivere e alimentarsi a distanza. Ma se proprio dobbiamo usare questo termine giornalistico, allora posso dire che la 'battaglia" è iniziata: infatti Telecom, come da programma, ha avviato su Perugia i primi mille collegamenti super-veloci nel quartiere di Fontivegge. Un bacino campione - che sarà esteso - che è stato possibile dopo un cablaggio di circa 200 uffici".

Stiamo parlando di un cablaggio nuovo, con una potenza nettamente superiore, o sbaglio?
"Per la precisione stiamo parlando della banda ultralarga 1000megabit che scorre su una innovativa rete Ftth. Tradotto: Fiber To The Home. Ed è qui un primo elemento di rivoluzione: la fibra arriva, con una potenza e velocità super, all'interno del condominio, dell'azienda e della singola abitazione privata. In maniera pratica: si vanno a scongiurare quei disservizi che attualmente possono manifestarsi nel tratto di collegamento che va dalle cabine alle abitazioni. Ripeto oltre a questo dobbiamo aggiungere la potenza del nuovo servizio che permette di ricevere, comunicare, scaricare, salvare dati e progetti andando... a mille megabit. Noi di Barton stiamo seguendo questa ennesima e stimolante rivoluzione le Telecomunicazioni. E per Perugia siamo ancora all'inizio...".


Che vuol dire scusi "siamo solo all'inizio"? "Semplice che la nuova banda ultralarga a Perugia verrà estesa in gran parte del capoluogo e non sarà certamente confinata a Fontivegge. Tim ha previsto un investimento di 10milioni di euro per rendere questo servizio accessibile a più persone possibili entro il 2017. E con Telecom ci siamo noi su Perugia per completare. Parliamoci chiaro FTTH permetterà realmente di sfruttare tutto il potenziale della rete, portando in dote effetti positivi sotto il profilo dello sviluppo economico, dell’innovazione e anche dell’occupazione. Meglio investire a Perugia che è già cablata... o sbaglio?. E va detto che mentre Enel porterà avanti il suo progetto, noi come Barton siamo già in campo ed operativi".

Come tutte le rivoluzioni ci sono dei tempi e non tutti i luoghi possono beneficiare della banda ultralarga...
"Ma questo è vero in parte dato che ci sono altrettanti servizio di qualità e veloci a Perugia che i clienti Barton già conoscono. Faccio un esempio su tutti: a Perugia è anche disponibile la nuova rete 4G Plus di Tim che offre connessioni in grado di raggiungere fino al doppio di quelle disponibili con il normale 4G. Dico questo non tanto perchè faccio parte della famiglia Telecom, ma per far capire a privati cittadini, artigiani, partite iva e imprenditori di Perugia che siamo messi bene e abbiamo gli strumenti per giocare un ruolo importante nel vasto mare della globalizzazione e del mercato del lavoro. I strumenti giusti ci sono basta cercarli e individuarli". 

E nel resto dell'Umbria: come siamo messi?
"Direi bene, continuano i grandi investimenti in tutta la regione. Infatti città importanti come Terni, Spoleto, Città di Castello e Foligno, sono già dotate di FIBRA, pertanto il salto di qualità tecnologico ed infrastrutturale è già di fatto operativo in gran parte della regione.
…e mi consenta di aggiungere che in un mondo di avventori commerciali come quello delle Telecomunicazioni, essere presenti da quasi trent'anni nel territorio, sia con i propri Punti Vendita TIM-BARTON, sia con una capillare rete di Agenti-Consulenti, è un valore  che ci inorgoglisce".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni Umbria, proclamati gli eletti in consiglio regionale: tutti i nuovi consiglieri, le biografie

  • Chiuso per 15 giorni il bar della droga, anche il Tar conferma

  • Beccato con la patente falsa, chiama la moglie e l'amico, ma anche loro hanno il documento contraffatto: denunciati in tre

  • Rischio microbiologico, lotto di Acqua Nepi richiamato dal Ministero della Salute

  • Investito mentre cammina in strada, grave 19enne: è in prognosi riservata

  • Muore a soli 42 anni dopo la caduta da un lettino dell'Ospedale: indagati medico e fisioterapista

Torna su
PerugiaToday è in caricamento