La gru arriva in piazza San Benedetto, Norcia si rialza in piedi e riparte. "Grazie ai mecenati come Cucinelli"

Per Norcia è il giorno simbolo della ripartenza. Il sindaco Alemanno: “Finalmente le opere pubbliche possono ripartire anche grazie all’aiuto di grandi mecenati come quello Brunello Cucinelli che da sempre ci è stato vicino"

Per Norcia è una giornata importante. Da quei eventi sismici che hanno travolto anche questa bellissima terra sono passati due anni, ma oggi, l'entrata in scena della gru in Piazza San Benedetto, segna un passaggio cardine per l'avvio della ricostruzione delle opere pubbliche. Ricostruzione, questa, che ha un altro grande protagonista: l'imprenditore perugino e re del cachemire, Brunello Cucinelli, presente questa mattina a Norcia insieme al sindaco Alemanno. Nel corso della mattinata il Sindaco  ha consegnato all'imprenditore mecenate anche un’antica cartina di Norcia e la carta di cittadinanza europea. 

Cucinelli corre in soccorso di Norcia: "Restaureremo la torre civica danneggiata dal terremoto"

“Una grande emozione per cui è difficile trovare le parole in questa giornata che assume un grandissimo significato, non solo per la nostra Comunità ma per tutte quelle del cratere”. Sono queste le parole del primo cittadino di Norcia mentre osserva attentamente ogni minimo spostamento di posizionamento della gru.

Norcia tornerà a splendere: Brunello Cucinelli finanzia il restauro del Teatro Civico

“Finalmente le opere pubbliche possono ripartire anche grazie all’aiuto di grandi mecenati e al grande cuore che abbiamo nella nostra regione, come quello Brunello Cucinelli che da sempre ci è stato vicino. Auspichiamo che questi gesti possano essere presi da esempio anche in altre Regioni. La gru innalzata accanto alla torre civica – prosegue - è il simbolo che la ricostruzione a Norcia è finalmente partita: ce la possiamo fare e questa ne è la prova. Se anche gli enti pubblici possono farcela, significa che tutti possiamo farcela. Ci auguriamo che ciò che sta accadendo stamattina in piazza san Benedetto – conclude Alemanno - possa fare da traino anche per la ricostruzione privata, leggera e pesante, che ancora stenta a partire ma iniziano a vedersi i primi segnali”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nessuno vuole più indossare la toga? Esame da avvocato, domande al minimo storico

  • Muore a 39 anni schiacciato dal trattore, inutili i soccorsi

  • Umbria, colpito da infarto in banca: infermiere e vigile del fuoco fuori servizio gli salvano la vita

  • Cadavere in un canale, sul posto Carabinieri e Vigili del fuoco

  • "Mi ha ridotto così divertendosi": Caterina denunciando tutto è riemersa dall'abisso: massacrata ma viva

  • Albero crolla e si abbatte su una casa e su un'auto

Torna su
PerugiaToday è in caricamento