Terremoto e indagini, le case popolari inagibili nel mirino della Procura: a Norcia i primi accertamenti tecnici

Non ci sono indagati, non ci sono nomi ufficiali, ma la Procura di Spoleto continua ad alimentare quel fascicolo di inchiesta aperto dopo i danni provocati ad immobili pubblici, tra cui quelli residenziali, dal sisma a Norcia. La lente dei magistrati si è depositata questa mattina su una parte delle case popolari del maggior comune della Valnerina: alloggi inagibili e che hanno avuto danni interni ed esterni importanti. Si vuole capire, con l'ausilio di tecnici, se sono state realizzate in maniera conferme alle normative oppure se ci sono dei difetti o delle omissioni in fatto di costruzione. Gli accertamente tecnici sono in corso e andranno avanti a lungo.  L'area è stata posta sotto sequestro con nastro bianco e rosso sul quale sono apposti i cartelli con il provvedimento portato avanti dai Carabinieri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nessuno vuole più indossare la toga? Esame da avvocato, domande al minimo storico

  • Muore a 39 anni schiacciato dal trattore, inutili i soccorsi

  • Umbria, colpito da infarto in banca: infermiere e vigile del fuoco fuori servizio gli salvano la vita

  • Cadavere in un canale, sul posto Carabinieri e Vigili del fuoco

  • Albero crolla e si abbatte su una casa e su un'auto

  • Travolto e ucciso da un'auto in superstrada: Fabrizio muore a 45 anni

Torna su
PerugiaToday è in caricamento