Nasconde la droga al rientro in carcere dopo il permesso premio, nei guai detenuta

La donna aveva occultato una siringa e una fialetta contenente una soluzione di cocaina ed eroina

Esce dal carcere in permesso premio e quando fa rientro dalla perquisizione spunta fuori la droga e finisce sotto processo.

La donna, secondo il capo d’imputazione, avrebbe nascosto su di sé, al rientro in carcere, “una siringa da insulina, già usata con tracce di oppiacei e una fialetta di vetro contenente una soluzione di metadone, caffeina, eroina e cocaina”.

Oggetti e sostanza stupefacente che non avrebbe potuto far entrare in carcere e che le è costata un’accusa di inosservanza del provvedimento dell’autorità e della legge sulle droghe. Accusa che l’ha portata in tribunale, dove è difesa dall’avvocato Alberto Catalano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Umbria, dramma in casa: uccide moglie e figlia e poi si toglie la vita

  • L'Umbria in tv, Linea Verde alla scoperta delle nostre meraviglie: quando vedere la puntata

  • Maltempo, il Comune di Perugia tiene chiuse scuole e Università: ordinanza del sindaco

  • Spray urticante nei corridoi del Pieralli, nove ragazzi in ospedale per lesioni

  • Università di Perugia, premiati i migliori laureati del Dipartimento di Scienze Farmaceutiche: tutti i nomi

  • La fortuna bacia Perugia, super vincita con una schedina da tre euro

Torna su
PerugiaToday è in caricamento