Nasconde la droga al rientro in carcere dopo il permesso premio, nei guai detenuta

La donna aveva occultato una siringa e una fialetta contenente una soluzione di cocaina ed eroina

Esce dal carcere in permesso premio e quando fa rientro dalla perquisizione spunta fuori la droga e finisce sotto processo.

La donna, secondo il capo d’imputazione, avrebbe nascosto su di sé, al rientro in carcere, “una siringa da insulina, già usata con tracce di oppiacei e una fialetta di vetro contenente una soluzione di metadone, caffeina, eroina e cocaina”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Oggetti e sostanza stupefacente che non avrebbe potuto far entrare in carcere e che le è costata un’accusa di inosservanza del provvedimento dell’autorità e della legge sulle droghe. Accusa che l’ha portata in tribunale, dove è difesa dall’avvocato Alberto Catalano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Concorso pubblico, 2133 assunzioni a tempo pieno e indeterminato: il bando

  • Concorso per l'assunzione di 2133 funzionari della pubblica amministrazione: il bando

  • Umbria, tragedia a Terni: trovati morti a 15 e 16 anni, indagini in corso

  • Umbria, adolescenti trovati morti: uomo in carcere. Il cocktail micidiale di sciroppo e psicofarmaci

  • Umbria, Flavio e Gianluca morti dopo un mix di droghe: parlano i genitori

  • Omicidio Polizzi, la Cassazione scrive la parola fine: i Menenti tornano in carcere, Riccardo per sempre

Torna su
PerugiaToday è in caricamento