A bordo di uno scooter rubato, senza documenti d'identità e senza aver mai preso la patente, nei guai 27enne

Fermato dalla Municipale non ha saputo giustificare né il possesso del mezzo né l'assenza di documenti. Sotto processo per ricettazione

“Patente di guida?”.

“Non c’è l’ho”.

“L’ha lasciata a casa?”.

“No, mai conseguita”.

“Passaporto o carta d’identità, permesso di soggiorno?”.

“No, non ho nulla di quanto mi chiede”.

“Libretto di circolazione dello scooter?”.

“No, non ce l’ho, non so neanche cosa sia”.

Questo il dialogo surreale tra un agente della Polizia municipale di Perugia e uno straniero fermato per un controllo stradale.

Lo straniero, di 27 anni, era a bordo di uno scooter, una notte di primavera del 2015, quando incappa in una pattuglia della Municipale perugina. Senza aver mai conseguito la patente, senza documenti di riconoscimento e senza carta di circolazione del mezzo, in quanto risultava rubato.

Da qui il processo per ricettazione e le violazioni al codice della strada.

Lo straniero, difeso dall’avvocato Luca Pietrocola, aveva richiesto la messa in prova per quanto attiene alle violazioni al codice della strada, ma non ha superato il periodo necessario a escludere le sanzioni. Per cui dovrà affrontare il giudizio in tribunale.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo, decine di interventi dopo il temporale della notte: le zone più colpite

  • Anziana morta, il figlio l'ha vegliata per 16 giorni

  • Via Sicilia, malore nella notte in un appartamento: muore 40enne, indagano le forze dell'ordine

  • Brucia le stoppie e viene indagato, ma l'imputato chiede a giudice e avvocato perché è sotto processo

  • Neonata prigioniera dell'auto parcheggiata sotto il sole, salvata dai vigili del fuoco

  • Previsioni meteo in Umbria: torna la pioggia, calo delle temperature fino ad otto gradi

Torna su
PerugiaToday è in caricamento