Troppe vittime sulle piste, i maestri di sci scrivono agli appassionati: "ecco le 12 regole salva-vita"

Si stima che uno su 10 in Umbria sia appassionato di sci da fondo o da discesa. Una passione che porta migliaia di umbri a fare la settimana bianca sulle Alpi e a passare giornate o fine settimana sulle piste più vicine nel Centro Italia: Abruzzo, Molise, Marche e Toscana. Anche la comunità umbra appassionato di sci è rimasta colpita dal periodo nero delle vacanze di Natale e fine anno che è stato contraddistinto da un significativo numero di infortuni e incidenti sulla neve, alcuni purtroppo dall’esito tragico come è stato dato risalto sui media nazionali. 

E' necessario dunque ribadire, anche ai nostri appassionati, le 12 regole redatte dalle scuole Sci d'Italia che sono sufficienti poche regole applicate in maniera consapevole per rendere una stagione sulla neve sempre unica all’insegna del divertimento.

Le 12 regole
1. Rispetto per gli altri. Ogni sciatore deve comportarsi in modo da non mettere in pericolo la persona altrui o provocare danno.
2. Padronanza della velocità. Ogni sciatore deve tenere una velocità e un comportamento adeguati alla propria capacità, nonché alle condizioni generali e del tempo.
3. Scelta della direzione. Lo sciatore a monte il quale, per la posizione dominante, ha la possibilità di scelta del percorso, deve tenere una direzione che eviti il pericolo di collisione con lo sciatore a valle.
4. Traiettorie. Bisogna prestare attenzione alle traiettorie degli sciatori in considerazione del tipo di sci utilizzato, telemark, carving o snowboard.
5. Sorpasso. Il sorpasso può essere effettuato tanto a monte che a valle, sulla destra o sulla sinistra, ma sempre a una distanza tale da consentire le evoluzioni dello sciatore sorpassato.
6. Spazio minimo per il sorpasso a bordo pista. È buona norma che lo sciatore non curvi sul bordo della pista, ma lasci sempre uno spazio sufficiente per agevolare il suo sorpasso.
7. Attraversamento e incrocio. Lo sciatore che si immette su una pista o attraversa un terreno di esercitazione, deve assicurarsi, mediante controllo visivo a monte e a valle, di poterlo fare senza pericolo per sé e per gli altri. Lo stesso comportamento deve essere tenuto dopo ogni sosta.
8. Sosta. Lo sciatore deve evitare di fermarsi, se non in caso di assoluta necessità, sulle piste e specie nei passaggi obbligati o senza visibilità. In caso di caduta lo sciatore deve sgombrare la pista il più presto possibile.
9. Salita e discesa a piedi. Lo sciatore che risale la pista deve procedere soltanto ai bordi di essa ed è tenuto a evitare ciò in caso di cattiva visibilità. Lo stesso comportamento deve tenere lo sciatore che discende a piedi la pista.
10. Rispetto della segnaletica. Tutti gli sciatori devono rispettare la segnaletica delle piste.
11. In caso d’incidente. Chiunque deve prestarsi per il soccorso in caso di incidente.
12. Identificazione. Chiunque sia coinvolto in un incidente o ne sia testimone è tenuto a dare le proprie generalità.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Sport

    Serie B, il Brescia non perdona il Perugia: al Curi finisce 2-0

  • Attualità

    Leonardo Cenci lotta in ospedale, 'telefonata' del Presidente Sergio Mattarella

  • Attualità

    Lotta allo smog, ancora due giorni di limitazione alla circolazione a Perugia e Ponte San Giovanni

  • Attualità

    Monsignor Paolo Giulietti nominato arcivescovo di Lucca da papa Francesco

I più letti della settimana

  • Le condizioni di Leo Cenci ricoverato in Ospedale: l'ultimo bollettino medico

  • Leonardo Cenci ricoverato di nuovo in ospedale: "Forza, non mollare"

  • E45 chiusa al traffico tra Canili e Valsavignone, viadotto sequestrato: i percorsi alternativi

  • Magione: donna trovata morta in casa, uccisa da una coltellata

  • Raccordo Perugia-Bettolle, si rompe un pezzo del giunto del viadotto: traffico in tilt

  • Leonardo Cenci lotta in ospedale, 'telefonata' del Presidente Sergio Mattarella

Torna su
PerugiaToday è in caricamento