Perugia in lutto, addio al maestro della sartoria Augusto Lemmi: "Straordinario interprete della moda italiana"

Perugia piange la morte di Augusto Lemmi, principe della sartoria italiana che ha vestito gli uomini più eleganti del pianeta

Perugia piange la scomparsa del celebre Augusto Lemmi, principe della sartoria e maestro dello stile e dell'eleganza tutta italiana.  Dal 1948, anno di fondazione della sua sartoria, ha vestito gli uomini più eleganti del pianeta. Perfino i gentleman della City londinese e importanti personaggi del jet -set. Anche la presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, si unisce al cordoglio per la scomparsa di questo grande perugino, elegante e sobrio, creativo e lungimirante. 

Il Personaggio: Augusto Lemmi, il sarto perugino che veste la City di Londra e gli Usa

In un telegramma alla famiglia la presidente Marini, nel manifestare la sua personale partecipazione al lutto per la scomparsa di Augusto Lemmi, lo ricorda come “un grande sarto perugino ed italiano. Con lui perdiamo un appassionato e straordinario interprete dell’eleganza e dello stile della moda italiana”.

Potrebbe interessarti

  • "Il paradiso delle signore", l'attore umbro Giordano Petri nella nuova stagione della fiction di Rai Uno

  • Laghi dell'Umbria, quelli balneabili e quelli dove godersi la natura

  • Sigaretta addio: come smettere di fumare e perché conviene farlo

  • Infarto, quando si presenta e come intervenire

I più letti della settimana

  • Concorsone del Mibac, 1052 assunzioni a tempo indeterminato: le materie d'esame, i requisiti e come fare domanda

  • Tragedia in vacanza, umbro muore in spiaggia a San Benedetto del Tronto

  • Il Ministero dei Beni Culturali assume, 1052 posti di lavoro: il bando del concorsone

  • Caos graduatorie, il ministero dell'Istruzione: "Problemi solo per la Primaria, per la Secondaria ruoli assegnati"

  • Perugia, tragedia lungo la strada: inutili i soccorsi, muore a 48 anni

  • Travolta da un'onda e sbattuta contro lo scoglio: Sofia muore a 22 anni

Torna su
PerugiaToday è in caricamento