Morte Orsolini, nuovi sviluppi: c'era una presa scoperta

Ci sono ancora degli sviluppi sul caso della morte del giovane operaio della Provincia di Perugia, Marco Orsolini, deceduto in seguito ad una forte scossa elettrica durante un intervento di manutenzione

Ci sarebbero ancora degli sviluppi sul caso della morte del giovane operaio della Provincia di Perugia, Marco Orsolini, deceduto in seguito ad una forte scossa elettrica durante un intervento di manutenzione a Castel Ritaldi.

Con gli esami della polizia giudiziaria e i documenti acquisiti dalla Asl 3 sul luogo del sinistro si evidenzierebbero alcune prese di corrente anomale. Questo perchè nel caso del sopralluogo dopo la morte del dipendente della Provincia, ci sarebbe stata una presa elettrica completamente scoperta.

Il giovane avrebbe aperto la scatola per l'intervento di manutenzione e i fili avrebbero prodotto una forte scossa da 380 volt che ha causato il decesso sul colpo. Inoltre, l'esame autoptico metterebbe in luce che le ecchimosi rinvenute su schiena e spalle sono state determinate dal balzo del ragazzo a terra.
 


 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo concorso pubblico: 616 posti a tempo indeterminato, basta la licenza media

  • Elezioni regionali, nuovo sondaggio sull'Umbria: Tesei avanti su Bianconi, la forbice e il numero degli indecisi

  • La Cena degli Sconosciuti arriva a Perugia: come funziona

  • Il Senato assume personale, il concorso: primo stipendio da 1.726 euro al mese

  • Quando Cicciolina girava per il centro di Perugia mostrando le sue grazie ai passanti

  • Scontro tra auto e camion sulla E45, automobilista salvo per miracolo: mezzo distrutto

Torna su
PerugiaToday è in caricamento