A 17 anni si ubriaca tanto da finire in coma e rischia di morire, denunciata una ragazza

La responsabile del bar: "Gli ho servito solo una Coca Cola", ma il ragazzo finisce in rianimazione. La ricostruzione dei carabinieri

Si ubriaca fino a finire in coma. E a soli 17 anni. Così i carabinieri hanno denunciato una ragazza di 23 anni, responsabile di un bar di Fossato di Vico. Per lei anche una multa prevista per chi somministra bevande alcoliche a persone di età compresa tra i 16 e 18 anni.

I militari ricostruiscono così la vicenda: “Una notte della metà dello scorso  mese di gennaio nei pressi di un noto bar di Fossato di Vico un minore, diciassettenne, di Sigillo, viene ricoverato all’ospedale di Gubbio-Gualdo Tadino per una grave intossicazione da assunzione di alcoolici. Viste le gravi condizioni – proseguono i carabinieri - , il minore viene trasferito all’ospedale di Foligno per essere ricoverato nel reparto di rianimazione, perché in coma. Il giorno dopo viene dimesso con diagnosi seria e con richiesta di valutazione del Sert. I militari della Stazione di Sigillo, intervenuti sul posto acquisiscono dai presenti le necessarie informazioni per avere un quadro chiaro della situazione”.

E ancora: “Il giovane  - spiegano i carabinieri - era  uscito di casa intorno alle ore 20.30 circa e poi si era recato presso un locale di Fossato di Vico, dove aveva consumato vino e superalcolici in quantità abbondanti. A confermare la vicenda un suo amico, anche lui minorenne. Per quanto accaduto i Carabinieri provvedevano a raccogliere le dichiarazioni da parte della responsabile del locale, una ragazza, 23enne, la quale confermava la presenza del minore, ma dichiarava di avergli somministrato solamente una Coca Cola. Vista la gravità della situazione venivano ascoltati molti testimoni”. Da qui la denuncia a carico della ragazza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nessuno vuole più indossare la toga? Esame da avvocato, domande al minimo storico

  • Muore a 39 anni schiacciato dal trattore, inutili i soccorsi

  • "Mi ha ridotto così divertendosi": Caterina denunciando tutto è riemersa dall'abisso: massacrata ma viva

  • Umbria, colpito da infarto in banca: infermiere e vigile del fuoco fuori servizio gli salvano la vita

  • Cadavere in un canale, sul posto Carabinieri e Vigili del fuoco

  • Ingegneri, architetti, scienziate e statistici: i laureati che mancheranno nei prossimi anni

Torna su
PerugiaToday è in caricamento