Il ministro Centinaio: "Norcia zona svantaggiata, così l'Europa ci potrà dare una mano a superare il terremoto"

Il titolare della politiche agricole ha incontrato gli allevatori nursini: "Al lavoro per ottenere questo riconoscimento e per stabilire un prezzo equo del latte"

Per i produttori di latte, gli allevatori e i caseifici l'impegno di lavorare insieme per arrivare alla definizione di un prezzo finale equo per tutti. Ai nursini la promessa di lavorare affinché Norcia venga ricoscociuta come zona svantaggiata così da poter avere il sostegno dell'Europa. Nel corso della sua visita in Umbria, il ministro delle politiche agricole, alimentari e forestali e del turismo, Gian Marco Centinaio, ha incontrato gli allevatori nursini soci del Gruppo Grifo Agroalimentare e il presidente della cooperativa umbra Carlo Catanossi.

L’incontro si è svolto nel Caseificio di Norcia. “Abbiamo lanciato l’idea – ha detto il ministro – di aprire un tavolo di filiera sul latte e sui prodotti derivati dal latte. L’obiettivo è quello di mettere attorno a un tavolo tutti coloro che si occupano di questo settore, a cominciare dagli allevatori fino ad arrivare alla grande distribuzione organizzata e, perché no, anche le associazioni dei consumatori, per cercare di lavorare insieme e soprattutto per permettere a chi produce il latte di poter avere un prezzo finale equo, che gli permetta di fare impresa, di poter vivere e, soprattutto in determinate aree del paese, gli permetta di ripartire dopo quello che è successo”.

“Un altro obiettivo – ha proseguito Centinaio – è quello di far classificare il territorio di Norcia zona svantaggiata in modo che l’Europa ci possa dare una mano. Tutti ci ricordiamo cosa è successo due anni e mezzo fa, tutti sappiamo cosa è successo e le difficoltà che si riscontrano in questi territori, soprattutto nelle aree montane. Vogliamo andare in Europa a parlare con il commissario all’agricoltura Hogan, che è una persona che è stata qui e che ha visto con i suoi occhi la situazione, e fargli capire che l’Europa non può essere lontana, l’Europa deve dare una mano ai suoi cittadini, soprattutto nel momento in cui i cittadini gli chiedono un aiuto”.

“La visita del ministro – ha commentato Catanossi – è un riconoscimento a questa nostra struttura di trasformazione così rilevante per questo territorio. Ma interessanti sono state soprattutto le sue parole e le cose che ci ha voluto proporre. Gli impegni che si è assunto mi sembrano centrali: un tavolo di filiera che coinvolga tutti i vari soggetti e che responsabilizzi tutti a un’equa distribuzione del reddito all’interno della filiera e una discussione sull’Europa affinché questo territorio venga realmente considerato per quel territorio difficile che è, e quindi rientri negli obiettivi prioritari dell’Ue”.

Erano presenti anche l’assessore regionale alle politiche agricole e agroalimentari Fernanda Cecchini, la senatrice Donatella Tesei, il presidente di Coldiretti Umbria Albano Agabiti, il sindaco di Norcia Nicola Alemanno e l’assessore Giuliano Boccanera.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Maltempo, allerta meteo della Protezione Civile dell'Umbria: le previsioni

  • Cronaca

    Quasi mezzo chilo di droga, un machete e una pistola (a gas): pensionato arrestato per spaccio

  • Cronaca

    Catturati con 12mila euro di cocaina purissima: arrestati, condannati ed espulsi

  • Cronaca

    Maltempo, vento forte in Umbria: problemi alla circolazione e alberi pericolanti

I più letti della settimana

  • Emanuele Cecconi, si spegne la speranza: il figlio conferma, è morto

  • Dramma in Umbria, precipita da un ponte e muore a 23 anni

  • Aeroporto, nuovo volo Ryanair: conto alla rovescia per il battesimo del collegamento Perugia-Malta

  • Gubbio, schianto tra una Panda e una Lotus: auto distrutte, due feriti in ospedale

  • UMBRIA Travolta ed uccisa da un'auto mentre attraversa la strada

  • Giornate Fai di Primavera, i tesori dell'Umbria aprono le porte ai visitatori: l'elenco completo

Torna su
PerugiaToday è in caricamento