L'assurdo in campo: minaccia di morte l'arbitro, squalificato e cacciato dalla squadra

Il giovane calciatore aveva urlato contro il direttore di gara. In arrivo sanzioni anche per gli allenatori

Squalificato fino all’8 aprile e adesso cacciato dalla squadra. È la punizione per un giovane calciatore della Nestor Marsciano che ha minacciato di morte l'arbitro nel corso della gara del campionato Juniores A2 contro il Massa Martana. Lo scrive oggi Il Corriere dell’Umbria.

Dopo la squalifica inflitta dal giudice sportivo perché aveva urlato all’arbitro "Ti ammazzo, ti do un cazzotto", adesso la sanzione disciplinare della società sportiva, che ha escluso a titolo definitivo il giovane calciatore dalla squadra.

Secondo il quotidiano dovrebbero arrivare sanzioni anche per i due allenatori.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Sotto processo per evasione fiscale per la bolletta choc da 1 milione di euro

  • Cronaca

    Pasqua sicura sui treni e nelle stazioni, i consigli di sicurezza della Polfer

  • Cronaca

    Rissa nel parcheggio del supermercato a Perugia, quattro finiscono in manette

  • Cronaca

    La casetta di legno senza fondamenta è ugualmente un abuso e va demolita

I più letti della settimana

  • Tragedia lungo la strada a Perugia, Stefano muore a 43 anni: lascia tre figli

  • Tragico schianto con la moto, ospedale di Perugia in lutto per la morte di Stefano

  • Inchiesta sanità - Le false accuse per "bastonare" la primaria ribelle di Pediatria

  • Marsciano, schianto tra una moto e un'auto: centauro in codice rosso

  • Sanità, si allarga il numero degli indagati nella maxi inchiesta dell'Umbria

  • Sanità, le intercettazioni. Marini: "Ce l'hai tutte? Ha da fa la selezione...". Duca "Qui ce so le domande"

Torna su
PerugiaToday è in caricamento