Cento metri cubi di immondizia e rifiuti pericolosi, sequestrata discarica abusiva

L'indagine è stata portata avanti dal Nucleo operativo ecologico dei carabinieri di Perugia. Il sequestro preventivo dell'area è stato disposto dal tribunale

Immagine d'archivio

Un altro attacco al cuore verde dell'Italia e una discarica abusiva a Massa Martana - ora posta sotto sequestro - di quindicimila metri quadrati, accessibile liberamente, e colma di rifiuti pericolosi. La decisione del sequestro preventivo dell'area (di proprietà di una società di cui al momento risulta estranea ai fatti contestati) è arrivata dal tribunale di Spoleto, a seguito delle indagini del Nucleo operativo ecologico dei carabinieri di Perugia.  Nell'area, "nascosta ma liberamente accessibile" sono stati ritrovati centro metri cubi di rifiuti tra materiale ingombrante, di demolizione di scavo e pericolosi, "derivanti da attività industriale o artigianale". 

Un altro colpo al cuore verde dell'Umbria, scoperta discarica abusiva con rifiuti pericolosi

Già nell'aprile scorso le guardie del WWf, coordinate da Sauro Presenzini, avevano scoperto a Massa Martana l'esistenza di una un’area di 15.000 metri quadrati disseminata di rifiuti urbani, ingombranti, speciali e pericolosi e avevano chiesto l'ordinanza di sgombero al Comune di Massa Martana
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Quando il bucato non profuma: lavare e igienizzare la lavatrice

  • Ospedale di Perugia in lutto, è morta Giampiera Bistarelli: "Ha dato a tutti noi una grande lezione di vita"

  • Tragedia a Perugia, precipita dal palazzo e muore: sul posto la polizia

  • SPECIALE LAVORO Settembre in Umbria: posti per nuovo supermercato, impiegati, operai, addette alle pulizie

  • Ancora sangue sulle nostre strade, scontro tra un'auto e uno scooter: muore 44enne

  • Sbanda e finisce fuori strada con l'auto: Marcello muore a 53 anni

Torna su
PerugiaToday è in caricamento