Tragedia a Massa Martana, parte un colpo dal fucile: muore cacciatore

L'uomo è morto a seguito di un colpo partito accidentalmente dal suo fucile. A dare l'allarme è stata la moglie, che non lo ha visto rientrare in casa

Immagine d'archivio

E' morto a seguito di un colpo partito accidentalmente dal suo fucile. E' questa la ricostruzione di una mattinata di caccia trasformatasi in tragedia per un uomo di 63 anni. E' accaduto domenica 9 settembre a Massa Martana. A dare l'allarme, dopo non aver visto il marito rientrare in casa, è stata la moglie: il corpo del cacciatore è stato trovato riverso a terra, intorno all'ora di pranzo. Per lui ogni soccorso si è rivelato inutile.

Sul luogo della tragedia sono intervenuti i carabinieri per tutti gli accertamenti del caso. Da quanto ricostruito, il 63enne potrebbe essere rimasto impigliato tra i fili di ferro di una vigna, quando improvvisamente è partito il colpo dal fucile che imbracciava. Sul posto anche il medico legale di turno e - su disposizione del pm - è stata disposta l'autopsia. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo concorso pubblico: 616 posti a tempo indeterminato, basta la licenza media

  • Elezioni regionali, nuovo sondaggio sull'Umbria: Tesei avanti su Bianconi, la forbice e il numero degli indecisi

  • Università di Perugia, premio alla miglior tesi di laurea: ecco la vincitrice

  • La Cena degli Sconosciuti arriva a Perugia: come funziona

  • Cancella la striscia continua con pennello e vernice: "Ero stanco di fare il giro lungo per rientrare a casa"

  • Tragico incidente con il furgone, muore a 58 anni: addio a Luca

Torna su
PerugiaToday è in caricamento