Massa Martana, il bracconiere non perde il vizio ma stavolta cade (lui) nel laccio

Una segnalazione anonima alla Polizia Provinciale ha fatto scoprire l'ennesimo atto di bracconaggio nella campagna tuderte. L'uomo è stato preso mentre andava a controllare la trappola per cinghiali

Il bracconiere di Massa Martana non perde il vizio e ricade (lui) nel laccio che aveva messo per catturare cinghiali e altri animali selvatici. La Polizia provinciale del comprensorio di Todi, grazie a una segnalazione anonima, ha colto in flagranza di reato C.M. che era stato indicato come abitudinario negli atti di bracconaggio, specie nell’utilizzo di lacci destinati alla cattura di cinghiali. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La Polizia provinciale in località Mezzanelli nel comune di Massa Martana ha quindi predisposto un servizio di appostamento. L’attesa è stata breve. Alle 7, l’uomo è arrivato a bordo della propria autovettura dalla quale è sceso immediatamente per dirigersi nel luogo dove aveva collocato il laccio, una corda d’acciaio che ancora teneva tra le mani quando sono arrivati i poliziotti che lo hanno identificato e denunciato all’autorità giudiziaria per caccia con mezzi non consentiti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, purtroppo altre 3 persone decedute negli ospedali di Foligno, Pantalla e Terni. Sono 24 in Umbria

  • Coronavirus, la mappa del contagio in Umbria all'1 aprile: tutti i casi per comune di residenza

  • L'Umbria apre tutte le sue bocche di fuoco contro il virus: test rapidi, 2mila tamponi al giorno e 25mila controlli mirati

  • Coronavirus, bollettino regionale del 29 marzo: 1023 contagiati, cresce il numero dei guariti, 'solo' in 46 in terapia intensiva

  • Coronavirus, quando finirà l'emergenza? Le previsioni per l'Umbria

  • Coronavirus, bollettino regionale Umbria 31 marzo: rallenta il contagio, aumenta invece il numero dei guariti

Torna su
PerugiaToday è in caricamento