Irruzione in casa, gemelli arrestati dai carabinieri: scoperta piantagione di marijuana

I carabinieri di Ponte San Giovanni hanno arrestato, in flagranza di reato, due fratelli gemelli perugini di 40 anni con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti

Beccati sul fatto e ammanettati. I carabinieri di Ponte San Giovanni hanno arrestato, in flagranza di reato, due fratelli gemelli perugini di 40 anni con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. 

I due, secondo la ricostruzione dell'Arma di Perugia, avevano messo in piedi una piantagione di marijuana in una casa nella periferia di Pretola. I carabinieri hanno fatto scattare il blitz e hanno fatto irruzione nell'appartamento, trovando una pianta di canapa, sei piante di marijuana, 230 grammi di 'erba' già essiccata e quattro lampade alogene. Tutto sequestrato. 

I due 40enni sono stati processati con rito direttissimo. Il giudice ha convalidato gli arresti e ha disposto, a carico di uno, gli arresti domiciliari, mentre per l’altro la sottoposizione alla misura cautelare dell’obbligo di dimora nel comune di Perugia.

Potrebbe interessarti

  • Occhio ai falsi amici della dieta: i cibi insospettabili che non fanno dimagrire

  • Casa in disordine, addio: ecco le tecniche per imparare a mantenere tutto a posto

  • La passione per il vino porta David e Victoria Beckham in Umbria

  • Grande Fratello 2019, la vincitrice Martina Nasoni: "Dovrò operarmi di nuovo al cuore"

I più letti della settimana

  • Perugia, trovato morto in casa con la gola tagliata: indagini in corso

  • Maltempo in provincia di Perugia, alberi in fiamme, tante cadute, incendi boschivi: i comuni più colpiti

  • Umbria, trovato cadavere in un campo: indaga la polizia scientifica

  • Tragico incidente a Castiglione del Lago, schianto tra una moto e un camion: Luca muore a 37 anni

  • Nomine & Poltrone - Concorso per presidi, ecco i nomi dei 37 nuovi dirigenti scolastici in Umbria

  • Terremoti, il sismologo Padre Martino in Cina: "Fratture di faglie conseguenti a trivellazioni e nucleare"

Torna su
PerugiaToday è in caricamento