Nei guai per le etichette cambiate per allungare la scadenza delle mandorle per il torciglione

Sotto processo il presidente della società che gestisce un supermercato in provincia di Perugia

Le mandorle per il torciglione di Natale erano scadute, ma per non perdere la partita di frutta secca sarebbero state cambiate le etichette e allungato il periodo di scadenza.

Per questo motivo è finito sotto processo, per frode in commercio, il presidente della società che gestisce il supermercato, difeso dagli avvocati Fabio Fedeli e Rino Cavuoti.

Secondo l’accusa la frode consisterebbe nell’aver “posto in vendita, nel supermercato … confezioni da 1 chilogrammo di mandorle dolci e di mandorle dolci scelte, risultate rancide (a seguito di sequestro probatorio di n. 3 confezioni e di relative analisi dei reperti come da rapporti di prova del 2 e 3 settembre 2014 dell’Istituto zooprofilattico sperimentale dell’Umbria) in quanto l’alimento era già scaduto (data di scadenza 22 dicembre 2013) nonostante si fosse provveduto ad apporre una ulteriore etichetta recante successiva ed ulteriore data di scadenza del 13 dicembre 2014” recita il capo d’imputazione.

La difesa ha sottolineato come “all’esito di un’indagine interna e dell’analisi del prodotto, questo sia risultato non scaduto”, quanto allo scambio di etichette si sarebbe trattato di un “mero errore”.

Il giudice Annarita Cataldo ha aperto oggi il dibattimento ammettendo elementi di prova e testimoni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nessuno vuole più indossare la toga? Esame da avvocato, domande al minimo storico

  • Muore a 39 anni schiacciato dal trattore, inutili i soccorsi

  • "Mi ha ridotto così divertendosi": Caterina denunciando tutto è riemersa dall'abisso: massacrata ma viva

  • Umbria, colpito da infarto in banca: infermiere e vigile del fuoco fuori servizio gli salvano la vita

  • Cadavere in un canale, sul posto Carabinieri e Vigili del fuoco

  • Albero crolla e si abbatte su una casa e su un'auto

Torna su
PerugiaToday è in caricamento