Minaccia e picchia moglie e figli, 56enne rintracciato al lavoro: scatta il divieto di avvicinamento alla famiglia

Maltrattamenti, percosse, lesioni. Il giudice dispone per l'uomo la misura del divieto avvicinamento alla famiglia

Ingiurie, percosse, privazioni economiche. Ora per l'uomo, un albanese di 58 anni, è scattato il divieto di avvicinamento alla famiglia, eseguita nei giorni scorsi dalla Squadra Mobile della Questura, in esecuzione di ordinanza emessa dal Gip del tribunale di Perugia.  Secondo la ricostruzione degli investigatori e gli accertamenti conseguiti alle denunce sporte dalla moglie e dai figli (uno di 21 e l’atro di 17 anni) l’albanese era solito maltrattare i propri familiari in modo continuato, sia con percosse e lesioni personali che con minacce di morte, ingiurie e privazioni economiche.Rintracciato sul luogo di lavoro, lo straniero è stato accompagnato in Questura e, dopo gli adempimenti di rito, gli è stato notificato il provvedimento emesso a suo carico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nessuno vuole più indossare la toga? Esame da avvocato, domande al minimo storico

  • Muore a 39 anni schiacciato dal trattore, inutili i soccorsi

  • Ricerche sul monte Serrasanta a Gualdo Tadino, trovato il corpo del 40nne

  • Il Comune di Perugia assume personale, il bando e la scadenza

  • Umbria, colpito da infarto in banca: infermiere e vigile del fuoco fuori servizio gli salvano la vita

  • Cadavere in un canale, sul posto Carabinieri e Vigili del fuoco

Torna su
PerugiaToday è in caricamento