Perugino maltratta e perseguita la ex per anni, il giudice lo allontana: non potrà più avvicinarsi a lei e alla figlia

La misura cautelare, emanata su richiesta del pm titolare delle indagini, è arrivata grazie alla denuncia della donna, dopo anni da incubo

Anni di maltrattamenti e persecuzioni. Ora non si potrà più avvicinare a lei. Il Gip del Tribunale di Perugia ha emesso il divieto di avvicinamento alla donna ed alla loro figlia minore, con divieto di comunicazione, nei confronti di un perugino di 64 anni. Come spiega la polizia, l'uomo, per anni, ha maltrattato e perseguitato la donna, non accettando la fine della loro relazione.

La misura cautelare, emanata su richiesta del pm titolare delle indagini, è arrivata grazie alla denuncia della donna, dopo anni da incubo. 

Come spiega la Questura, dopo un rapporto di convivenza tra i due che aveva comportato anche la nascita di una figlia, la donna voleva porre fine alla loro relazione dopo aver scoperto i tradimenti dell’uomo. Ma lui non l'ha mai accettato, costringendola a vivere in un incubo: maltrattamenti e persecuzioni, sfociate anche in comportamenti violenti, denigratori e minatori, nel tentativo di impedire alla donna di rifarsi una vita.

A seguito dell’emanazione del provvedimento restrittivo, per l’uomo, nel caso in cui non rispetti quanto disposto dall’Autorità Giudiziaria, potrebbe prospettarsi l’applicazione di misure ulteriormente limitative della libertà personale, fino alla custodia cautelare in carcere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nessuno vuole più indossare la toga? Esame da avvocato, domande al minimo storico

  • Muore a 39 anni schiacciato dal trattore, inutili i soccorsi

  • Ricerche sul monte Serrasanta a Gualdo Tadino, trovato il corpo del 40nne

  • Il Comune di Perugia assume personale, il bando e la scadenza

  • Umbria, colpito da infarto in banca: infermiere e vigile del fuoco fuori servizio gli salvano la vita

  • Cadavere in un canale, sul posto Carabinieri e Vigili del fuoco

Torna su
PerugiaToday è in caricamento