Umbria, giornalisti in lutto, è morto Vincenzo Niccolini: "Lascia un segno indelebile"

L’Associazione Stampa Umbra e l’Ordine dei Giornalisti "esprimono il proprio sentito cordoglio per la scomparsa del collega di Città di Castello Vincenzo Niccolini"

L’Associazione Stampa Umbra e l’Ordine dei Giornalisti "esprimono il proprio sentito cordoglio per la scomparsa del collega di Città di Castello Vincenzo Niccolini, rivolgendo un caloroso abbraccio al figlio Andrea, vice capo servizio del Corriere di Viterbo, alla moglie Graziella e alla figlia Alberta".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Conosciuto e apprezzato per la passione e la professionalità con cui ha seguito per decenni le vicende tifernati dalle colonne di Paese Sera e del Corriere dell’Umbria, oltre che per Radio Tiferno Uno, "Vincenzo lascia nei colleghi il ricordo indelebile di una vita spesa al servizio della notizia, con un forte senso di appartenenza a Città di Castello che conferiva alle sue cronache vivacità e acume".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Assembramenti e risse in centro e Fontivegge, ordinanza Romizi: chiusura anticipata locali e obbligo mascherine

  • Coronavirus in Umbria, la mappa del contagio al 19 maggio: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus e movida violenta a Castel del Piano, in venti ubriachi al bar e scoppia la rissa: quattro arresti

  • Contrordine da Roma, dalle 13 siamo una regione a rischio basso, quindi virtuosa. Ora nel mirino: la Valle d'Aosta

  • Centro storico, assembramenti notturni in piazza Danti e in piazza IV Novembre: è polemica

  • Continua la campagna anti-Umbria sui contagi, ma il bollettino smentisce tutti: zero contagiati anche oggi, zero morti

Torna su
PerugiaToday è in caricamento