Lite al bar per una partita di carte finisce con un braccio rotto e costole incrinate

Il racconto della vittima dell'aggressione: "Contestava tutte le mie giocate e quando gli ho detto di smettere mi ha buttato a terra"

Tressette violento, secondo round in tribunale per la lite tra due avventori di un bar di Torgiano: il primo finito in ospedale con un braccio rotto e alcune costole incrinate. Il secondo in tribunale, difeso dall’avvocato Marco Piazzai, per lesioni personali. L’anziano si è costituito parte civile tramite l’avvocato Roberto Quirini.

Il giovane, secondo quanto raccontato dall’anziano, si sarebbe posizionato alle spalle del giocatore anziano mentre si disputava una appassionata partita a tressette. Ogni volta che il giocatore chiamava una carta o una giocata, quello dietro protestava e commentava: non si fa così, ha sbagliato a giocare carte, doveva calare quella e quell’altra. Suscitando le proteste del giocatore.

Al colmo dell’esasperazione l’anziano si sarebbe girato e avrebbe mandato a quel paese il ragazzo. Il quale, non gradendo l’insulto, avrebbe spintonato l’anziano, il quale cadendo si sarebbe aggrappato al giovane e nella caduta si sarebbe rotto il braccio e alcune costole.

Una volta a terra il giovane avrebbe teso la mano all’anziano dicendo che con quella lo aiutava ad alzarsi, ma avrebbe potuto anche dargli “due schiaffi”, con la vittima che preannunciava querela.

A quel punto il ragazzo avrebbe provato ad aggredire ancora l’anziano, ma veniva trattenuto dagli avventori del bar e allontanato.

La vittima si recava poi in ospedale per le fratture e, in seguito, si sottoponeva a dieci sedute di fisioterapia.

Adesso le parti si sono ritrovate davanti al giudice Marino Albani per l'audizione dei testimoni e per un tentativo di ricomporre la lite con risarcimento all’anziano e remissione di querela.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coppa Italia, Napoli-Perugia: le probabili formazioni e dove seguirla in diretta

  • Documento Unico di Circolazione e bollo auto, cosa è cambiato nel 2020

  • Spara con un fucile alla sorella e al fidanzato: 32enne in Rianimazione

  • INVIATO CITTADINO Nuove aperture a Perugia: l'avventura di Paolo, figlio d’arte del mitico Alberto

  • Marsciano, coppia colpita da colpi di arma da fuoco: donna di 32 anni in gravi condizioni

  • Università di Perugia, la scoperta dei ricercatori: la proteina che predice l'aterosclerosi

Torna su
PerugiaToday è in caricamento