Sassi contro la porta del fidanzato e calci agli agenti in mezzo alla strada, arrestata

In manette una giovane africana anche per oltraggio alla polizia. In questura ha distrutto un monitor

Era in mezzo alla strada, urlava e lanciava sassi e pezzi di mattonella contro un portone. Era molto agitata. E quando sono arrivati i poliziotti, chiamati dai cittadini, si è innervosita ancora di più, finendo nella volante per resistenza a pubblico ufficiale, oltraggio e poi anche per danneggiamento.

La giovane straniera è stata fermata a Ponte Felcino perché lanciava sassi e altri oggetti contro una porta. All’arrivo degli agenti non si è calmata, ma si è scagliata anche contro di essi, urlando e sputando per terra (da qui l’accusa di oltraggio). Gli agenti hanno cercato di immobilizzarla, ma la ragazza continuava a reagire e scalciare (quindi l’accusa di resistenza). Una volta in questura, la ragazza ha continuato a protestare ed agitarsi e con un calcio (o un movimento scomposto mentre cercavano di bloccarla) ha fatto cadere un monitor (così si è aggiunta l’accusa di danneggiamento).

All’arrivo in tribunale gli agenti hanno avvertito il giudice e l’avvocato difensore, il legale Anacleto Ferranti, di stare attenti perché la ragazza era agitata e avrebbe anche potuto scagliare oggetti. Sono quindi stati messi a distanza di sicurezza i microfoni, penne e codici.

Grazie all’interprete, la ragazza parla solo la sua lingua natia e l’inglese, si è capito che la ragazza stava scagliando pietre contro la porta in quanto all’interno si sarebbe trovato il fidanzato, o un connazionale, che le aveva preso denaro e cellulare. Gli agenti non hanno potuto appurare la questione perché all’interno dell’abitazione non c’era nessuno.

Il difensore ha chiesto termine a difesa (si torna in aula ad aprile) e il giudice Matteo Cavedoni ha convalidato l’arresto rimettendo in libertà la giovane.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Foligno, scoperto cadavere lungo la strada: indagano le forze dell'ordine

  • Era accusata di rubare dalla cassa, ma in realtà era innocente: l'avvocato scopre complotto

  • Auto distrutta nell'incidente provocato da un cane libero sulla E45: "Aiutatemi a trovare i padroni"

  • Offerte di lavoro a Perugia e provincia: guardie giurate, operai, elettricisti, impiegati e addetti alla contabilità

  • Grave incidente stradale sulla E45: auto distrutta, ferite mamma e figlia

  • Ferrari 488 Pista, dalle corse alla strada: monta il motore V8 3.9 turbo, venduto a Perugia uno dei pochi esemplari prodotti

Torna su
PerugiaToday è in caricamento