Casa svaligiata dai ladri, rubata l'attrezzatura a un volontario del Soccorso Alpino: "Aiutateci a ritrovarla"

L'appello del Sasu: "E' molto costosa e noi siamo volontari, non potrà essere operativo"

Casa svaligiata dai ladri a Spoleto: sparita l'attrezzatura a un volontario del Soccorso Alpino e Speleologico dell'Umbria. E il Sasu lancia un appello per ritrovarla: "Un nostro soccorritore del Soccorso Alpino e Speleologico Umbria ha subito un furto nella propria abitazione.
Tra gli oggetti e cose personali rubati è stata sottratta anche la divisa del Soccorso Alpino e Speleologico e l’attrezzatura tecnica di soccorso.
Sia l’abbigliamento che il materiale tecnico  di soccorso, sono estremamente costosi e ricordiamo che il Sasu opera su base volontaristica e ricomprare tutto ciò comporterà una spesa molto ingente".


E ancora: "Privare un soccorritore delle propria divisa e del proprio materiale tecnico implica che quel soccorritore non potrà essere operativo, comportando così un notevole danno a tutta la comunità, soprattutto in questo periodo dove il Sasu opera quotidianamente". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Poi l'appello: "Chiunque entri in possesso del materiale rubato è pregato di farlo riavere al Sasu presso la sede regionale (Perugia, strada Bellocchio - San Faustino,44, 06128 anche in forma anonima. La divisa e buona parte del materiale sono marchiati con stemmi del corpo nazionale soccorso alpino e speleologico e del Sasu. Per qualunque comunicazione contattateci al +39 324 7713601".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la mappa del contagio in Umbria all'1 aprile: tutti i casi per comune di residenza

  • Coronavirus, purtroppo altre 3 persone decedute negli ospedali di Foligno, Pantalla e Terni. Sono 24 in Umbria

  • L'Umbria apre tutte le sue bocche di fuoco contro il virus: test rapidi, 2mila tamponi al giorno e 25mila controlli mirati

  • Coronavirus, bollettino regionale del 29 marzo: 1023 contagiati, cresce il numero dei guariti, 'solo' in 46 in terapia intensiva

  • Coronavirus, quando finirà l'emergenza? Le previsioni per l'Umbria

  • Coronavirus, bollettino regionale Umbria 31 marzo: rallenta il contagio, aumenta invece il numero dei guariti

Torna su
PerugiaToday è in caricamento