Il progetto, due cuccioli di labrador in regalo ai detenuti del carcere di Capanne

Il Lions club Perugia ha deciso di donare due cuccioli di labrodar ai detenuti del carcere di Capanne. Il progetto rientra nel programma Prison Puppy Raiser (Far crescere un cucciolo in prigione)

Saranno donati due cuccioli di labrador a quattro detenuti. L’iniziativa rientra nel programma del Protocollo Prison Puppy Raiser (Far crescere un cucciolo in prigione) che si pone a supporto del Programma Lions “Cani Guida per non-vedenti”. Il carcere fornirà lo spazio ed affiderà ai detenuti la cura e l'accompagnamento interno dei cuccioli, che potranno muoversi in ogni spazio dell'Istituto Penitenziario, con esclusione delle zone di sicurezza.

Gli istruttori cinofili della Scuola per Cani Guida Lions di Limbiate formeranno i detenuti affinché siano in grado di insegnare ai cuccioli i comandi utili all’interazione con gli umani, nonché nozioni sulla gestione e cura dei loro piccoli nuovi amici.  Accudendo i cuccioli nella prima fase della loro vita, i detenuti si sentiranno utili per i non-vedenti di cui gli animali diventeranno successivamente guida.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Negli Stati Uniti, ove il programma Leader Dogs for the Blind, lanciato nel lontano 2002, interessa oggi 6 case circondariali, ha importantissimi risvolti umani e sociali in quanto i reclusi selezionati per il programma, una volta liberi, sono meno inclini ad essere coinvolti in situazioni illegali e sono molto motivati nel loro nuovo compito di educatori/formatori, sapendo che il ruolo da loro svolto in qualità di Puppy Raiser sarà determinante per la crescita equilibrata del cane. Partecipano al programma la società svedese “HUSSE”, tramite il rappresentante di zona Gianguido Colato, che fornirà gratuitamente l’alimentazione, ed il veterinario Prof. Stefano Arcelli. I cuccioli, attentamente selezionati nell’allevamento ENCI “Rosacroce Wanals di Perugini Massimilano”, vivranno il carcere come una famiglia molto numerosa

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Aste giudiziarie, l'occasione per "rifarsi" l'auto: dall'audi Q2 praticamente nuova alla Mercedes a 50 euro

  • Covid19, parte l'indagine sierologica a Perugia: Istat seleziona cittadini, occhio al numero telefonico

  • Perugia, incendio alla Biondi recuperi: vigili del fuoco in azione, nube nera in cielo

  • Coronavirus, la Usl Umbria 2: "Quattro nuovi casi di positività", tamponi ai familiari

  • Scontro tra auto a Umbertide: morte due persone, un'altra è rimasta ferita

  • Si schianta con la moto in superstrada e il mezzo prende fuoco, ferito motociclista

Torna su
PerugiaToday è in caricamento