Investe con l'auto una bimba sulle strisce pedonali e fugge, 80enne alla sbarra

L'uomo è anche accusato di omissione di soccorso e di essere fuggito dal luogo del sinistro

Un uomo di 83 anni è finito davanti al giudice per l’udienza preliminare, difeso dall’avvocato Giovanni Tronci, per lesioni personali stradali gravi e fuga del conducente in caso di lesioni gravi a seguito di incidente. Vittima dell’investimento una bambina di 11 anni, i cui familiari si sono costituiti parte civile tramite l’avvocato Alberto Catalano.

Secondo il capo d’imputazione, l’uomo “per colpa generica e specifica, mentre era alla guida della sua autovettura … cagionava un incidente stradale a seguito del quale la minore … riportava lesioni guarite in quaranta giorni (frattura scomposta della diafisi distale perone sinistro e distacco condroepifisario della tibia omolaterale)” con gravi conseguenze per la vita quotidiana della bambina, per mesi costretta a casa, in fisioterapia e a non poter andare a scuola. I genitori della piccola, inoltre, avevano dovuto lasciare il lavoro in Germania (la bimba viveva con la nonna) per tornare in Italia e assistere la figlia.

La condotta dell’uomo, secondo la Procura, sarebbe aggravata dal fatto che “in un tratto di strada non regolato da agenti o da semafori non rallentava e non si fermava per dare la precedenza a … che stava attraversando la strada sulle strisce pedonali così urtandola con la parte anteriore destra del veicolo”.

Ulteriore aggravante è costituita dall’allontanamento dal luogo dell’incidente senza aver prestato soccorso alla vittima, commettendo quindi il reato di omissione di soccorso.

L’automobilista veniva rintracciato solo grazie alle riprese di una telecamera di sorveglianza che aveva registrato l’incidente e il numero di targa del veicolo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’udienza davanti al giudice è stata rinviata al 18 ottobre per valutare una richiesta di patteggiamento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Assembramenti e risse in centro e Fontivegge, ordinanza Romizi: chiusura anticipata locali e obbligo mascherine

  • Coronavirus in Umbria, la mappa del contagio al 19 maggio: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus e movida violenta a Castel del Piano, in venti ubriachi al bar e scoppia la rissa: quattro arresti

  • Contrordine da Roma, dalle 13 siamo una regione a rischio basso, quindi virtuosa. Ora nel mirino: la Valle d'Aosta

  • Centro storico, assembramenti notturni in piazza Danti e in piazza IV Novembre: è polemica

  • Continua la campagna anti-Umbria sui contagi, ma il bollettino smentisce tutti: zero contagiati anche oggi, zero morti

Torna su
PerugiaToday è in caricamento