Una cena a base di funghi velenosi, poi la corsa in ospedale: ricoverato in gravi condizioni

Si tratta di un 60enne residente a San Giustino, ricoverato in terapia intensiva all'ospedale. La prognosi resta ancora riservata

Una cena a base di funghi è costata cara a un 60enne di San Giustino, ricoverato in gravi condizioni all'ospedale La Gruccia di Arezzo per avvelenamento. L'uomo, che è arrivato in ospedale lo scorso fine settimana dopo aver accusato un forte malore a distanza di qualche ora dal pasto, si trova tutt'ora in terapia intensiva e la prognosi resta ancora riservata. Come riporta l'edizione odierna de La Nazione, il 60enne aveva mangiato alcuni funghi raccolti lo stesso pomeriggio nel bosco, non pensando probabilmente che tra quei prataioli, da lui più volte mangiati, si potesse nascondere un'insidia. Tra le ipotesi c'è anche quella che l'uomo possa aver confuso l'amanita phalloides con il comune prataiolo, che presenta un aspetto simile soprattutto se è spuntata da poco. L'uomo, dopo la corsa in ospedale all'ospedale di Sansepolcro, è stato trasferito nella struttura aretina. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, due persone in mezzo alla strada tirano calci alle auto: ma uno dei due finisce al "tappeto" (le foto)

  • Doveva restare in quarantena, ma un camionista ha continuato a lavorare: poi il malore, era positivo al coronavirus

  • Coronavirus, la mappa del contagio in Umbria al 3 aprile: tutti i dati per comune

  • Coronavirus, il bollettino in Umbria 2 aprile. Altri segnali positivi: aumentano i guariti e 4mila fuori dall'isolamento, contagiati di nuovo in calo

  • Coronavirus, la mappa del contagio in Umbria al 2 aprile: tutti i casi per comune di residenza

  • Coronavirus Umbria, il bollettino del 7 aprile: frenano ancora i contagi, sei nuovi decessi

Torna su
PerugiaToday è in caricamento