Omicidio Rosi, interrogatorio: uno degli arrestati ammette stupro Resina

Durante l'interrogatorio in carcere davanti ai pm Duchini e Petrazzini, I.G avrebbe confessato lo stupro ai danni della 54enne durante la rapina perpetuata a Resina

Uno dei tre romeni arrestati per l'omicidio di Ramazzano, dove Luca Rosi, il bancario 38enne è morto per difendere la famiglia a Perugia, I.G. avrebbe ammesso lo stupro perpetuato a danno della 54enne durante la rapina di Resina.

Lo straniero avrebbe confermato la sua responsabilità, dopo che le tracce biologiche avevano dato agli inquirenti alcune certezze, che durante l'interrogatorio sono state confermate davanti ai pm Antonella Duchini e Giuseppe Petrazzini.

I. G. ha risposto alle domande sulla rapina di Resina, ma ha preferito, secondo il Giornale dell'Umbria, non rispondere alle domande sui tragici fatti di Ramazzano, scelta alla quale si è accodato anche A.R., l'altro romeno arrestato per l'omcidio di Ramazzano.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Guarda il video degli arresti e le parole di Bruno Rosi, appena ricevuta la notizia del fermo dei due romeni, avvenuto con un blitz all'estero.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus | Lettera di risposta a Cucinelli: "Non per tutti volano felici le rondini: perchè non dà suggerimenti al Premier Conte?"

  • Coronavirus, purtroppo altre 3 persone decedute negli ospedali di Foligno, Pantalla e Terni. Sono 24 in Umbria

  • L'Umbria apre tutte le sue bocche di fuoco contro il virus: test rapidi, 2mila tamponi al giorno e 25mila controlli mirati

  • Coronavirus, su Facebook e WhatsApp è tornata la bufala di Elisa Montagnoli

  • Coronavirus, bollettino medico del 26 marzo: in Umbria 20 morti, 802 contagiati e 12 clinicamente guariti

  • Coronavirus, nuovo bollettino medico in Umbria (25 marzo): 3 guariti in più, zero nuovi decessi, 710 contagiati

Torna su
PerugiaToday è in caricamento