"Vattene del bar, napoletano": rissa per gli insulti razzisti, in tre in tribunale

Prima gli insulti e poi la lite con distruzione di alcune fioriere in un locale alla periferia di Perugia

“Vattene dal bar, napoletano”. Insulto, minaccia, razzismo? Di sicuro il motivo scatenante per una lite con tanto di processo per lesioni e danneggiamento. Il tutto accaduto nella civilissima e accogliente città di Perugia.

Secondo il racconto fatto dalle parti, difese dagli avvocati Francesco Gatti, Marina Cancellotti e Catiuscia Righetti, ognuno cercando di difendere se stesso e accusare l'altro, un cliente era entrato in un bar alla periferia di Perugia, ma per questioni di tifo e dialetto era subito nato un battibecco con un altro avventore.

Erano volate parole grosse, sfottò e insulti. Fino ad un messaggio chiaro: “Vattene dal bar napoletano. I meridionali qui non li vogliamo”.

Dalle parole alle mani era stato il passo successivo, con due persone che si sono colpite e spintonate fuori dal locale, fino a cadere sopra delle fioriere e mandarle in frantumi e riportare diverse contusioni.

Dopo la medicazione delle ferite tutti a sporgere denuncia e poi il passaggio in tribunale.

Potrebbe interessarti

  • Igiene del letto, quante volte cambiare le lenzuola?

  • Lavastoviglie pulita e profumata, ecco i rimedi naturali

  • Invasione di formiche, come eliminarle con i rimedi naturali

  • Grande Fratello 2019, vince la concorrente umbra Martina Nasoni

I più letti della settimana

  • Quando iniziano i saldi estivi 2019, tutte le date regione per regione: il calendario completo

  • Tragico incidente stradale a Ponte Valleceppi, muore l'imprenditore perugino Massimo Bendini

  • Perugia, follia al Pronto Soccorso: familiare di un paziente aggredisce e colpisce in faccia un infermiere

  • Incidente stradale a Castiglione del Lago, due feriti

  • Città di Castello, marito e moglie scomparsi: la ricerca finisce in tragedia, trovati morti

  • Città di Castello, coppia di francesi scompare nel nulla: ricerche in corso

Torna su
PerugiaToday è in caricamento