Inchiesta sanità, doppio round in Procura per Valorosi

L'ex direttore amministrativo dell'Azienda ospedaliera di Perugia faccia a faccia con i pm

Riprende questa mattina l'interrogatorio di Maurizio Valorosi, l'ex direttore amministrativo dell'Azienda ospedaliera di Perugia, dal 12 aprile agli arresti domiciliari nell'ambito dell'inchiesta sui presunti concorsi pilotati all'ospedale. Come lui, ai domiciliari da oltre due mesi, l'ex direttore generale Emilio Duca e il segretario del Pd, Gianpiero Bocci. La misura è stata, inoltre, ritenuta nuovamente necessaria anche per l'ex assessore regionale alla Salute, Luca Barberini, che il gip aveva rimesso in libertà-

Valorosi, assistito dall'avvocato Francesco Crisi, avebbe scelto di rispondere, passaggio dopo passaggio, alle contestazioni mosse dalla Procura che, sulla scorta di intercettazioni e filmati di telecamere nascoste, lo collocherebbe al centro, con Duca, di una sorta di sistema di gestione illecita dei concorsi pubblici per assunzioni e stabilizzazioni al Santa Maria della Misericordia.

Dopo il lungo interrogatorio sostenuto proprio da Duca, è stata la volta dell'altro indagato cruciale dell'inchiesta che vede tra gli indagati anche l'ex presidente della Regione, Catiuscia Marini, poi dimessasi. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pizza a lievitazione naturale, ecco le migliori pizzerie di Perugia

  • Documento Unico di Circolazione e bollo auto, cosa è cambiato nel 2020

  • Omicidio Polizzi, libero il killer Menenti. Il fratello della vittima pubblica le foto del cadavere: "Ecco come lo ha ridotto"

  • Spara con un fucile alla sorella e al fidanzato: 32enne in Rianimazione

  • Marsciano, spara alla sorella e al fidanzato con un fucile: arrestato imprenditore

  • Oscar Coldiretti Italia, l'allevamento di bisonti umbro sbaraglia tutta la concorrenza: "Dalla carne alla lana..."

Torna su
PerugiaToday è in caricamento