Inchiesta sanità - La Finanza ascolta tutti i partecipanti ai concorsi. Il procuratore: "Gara per fermare l'indagine"

Una task force dal ministero per valutare il pieno rispetto del piano nazionale anticorruzione e delle disposizioni dell’Anac

L’indagine sulla sanità regionale e i concorsi non si ferma. Le richieste dei pubblici ministeri e che hanno portato ad arresti e sospensioni sono solo un primo punto fermo dell’indagine.

La guardia di finanza di Perugia sta ascoltando da giorni, come persone informate sui fatti, tutti i candidati degli otto concorsi sotto indagine, sia i vincitori sia quelli rimasti in graduatoria e quelli ritirati. Convocati su delega dei pubblici ministeri anche i presidenti delle commissione e i membri degli organismi. 

Inchiesta sanità - Le false accuse per "bastonare" la primaria ribelle di Pediatria 
Inchiesta sanità - Candidati da sistemare ad ogni costo, anche davanti alla "concorrente più brava", ma senza sponsor

Gli investigatori cercano conferme su quanto emerge dalle intercettazioni. Il procuratore Luigi De Ficchy, sentito dall’Ansa, non entra nel merito dell'inchiesta. Ha però rilevato che il mondo oggetto dell'indagine era caratterizzato inizialmente “da una profonda omertà. La gente - ha detto - parla solo dopo...”. 

Inchiesta Sanità, le intercettazioni che mettono nei guai Marini, Bocci e Barberini: ecco le assunzioni pilotate

Per il procuratore di Perugia Luigi De Ficchy “c’è stata una gara a far scoprire l’indagine” sui presunti concorsi 'pilotati' per assunzioni all'ospedale di Perugia. Secondo il magistrato l'inchiesta si è dovuta “fermare” dopo che nell'ufficio del direttore generale dell'Azienda ospedaliera Emilio Duca sono state trovate delle microspie in seguito da una bonifica da lui stesso ordinata. 

Inchiesta sanità, il gip: una "abituale attività illecita" sulle assunzioni. Anche sesso per l'aiutino

“Senza sostituirsi in alcun modo alla magistratura, il ministero invierà nelle prossime ore una task force composta da tecnici della Salute, ISS, Agenas, Carabinieri dei Nas per verificare il pieno rispetto del piano nazionale anticorruzione e delle disposizioni dell’Anac – si legge in una nota del ministro Grillo - Tra i suoi compiti ci sarà anche una ricognizione straordinaria dei livelli di qualità erogati presso tutti i reparti delle strutture ospedaliere coinvolte”.

Potrebbe interessarti

  • Igiene del letto, quante volte cambiare le lenzuola?

  • Cuocere i cibi in lavastoviglie: non solo moda, ma ecologia e convenienza

  • Invasione di formiche, come eliminarle con i rimedi naturali

  • Tutto quello che non sapete sulle piante grasse e i benefici per la salute

I più letti della settimana

  • Tragedia all'alba, donna di 46 anni muore sotto al treno: indagini in corso

  • Elicottero in volo a bassa quota in Umbria, così Enel controlla le linee elettriche

  • Umbria, tragedia lungo la strada: l'auto si schianta contro un albero, muore a 36 anni

  • Luca sparisce nel nulla, poi il lieto fine: "E' stato ritrovato, grazie a tutti"

  • Castiglione del Lago, schianto all'alba: ferita una ragazza

  • Tragico Erasmus, studente spagnolo si tuffa in piscina e muore sotto gli occhi degli amici

Torna su
PerugiaToday è in caricamento