Inchiesta sanità, Duca sentito dai pm: "Pressioni dal sistema"

L'ex direttore generale dell'Azienda ospedaliera di Perugia interrogato in Procura. In settimana nuovo round. Lunedì la decisione sulla proroga delle misure cautelari

"Pressioni dal sistema" in occasione dei concorsi. E' quanto avrebbe ammesso - come riporta il Corriere dell'Umbria - l'ex direttore generale dell'Azienda ospedaliera di Perugia, Emilio Duca che è stao sentito dai pm Formisano e Abbritti nell'ambito dell'inchiesta sui presunti aggiustamenti in una decina di prove pubbliche sotto la lente della Procura. Inchiesta per la quale dal 12 aprile si trova ai domiciliari insieme a Maurizio Valorosi, che dell'Azienda ospedaliera era direttore amministrativo, Gianpiero Bocci, ex segretario regionale del Pd, e che vede indagati, tra gli altri, l'ex assessore alla salute Luca Barberini (per il quale è stata accolta la richiesta di ripristino della misura restrittiva ai domiciliari dopo la revoca del gip) e l'ex governatrice Catiuscia Marini.

Per lunedì è attesa la decisione del gip D'Andria sulla richiesta di proroga della custodia cautelare, mentre sempre all'inizio della settimana dovrebbe riprendere l'interrogatorio di Duca le cui risposte, tra molti "non ricordo", non avrebbero convinto a pieno i magistrati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la Regione conferma un caso sospetto in Umbria, una persona in isolamento

  • Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere: sintomi, contagio, la malattia e la prevenzione

  • Artemisia, la bimba umbra dai lunghi capelli rossi, è già una star: dalle super griffe a Netflix

  • Ferrari 488 Pista, dalle corse alla strada: monta il motore V8 3.9 turbo, venduto a Perugia uno dei pochi esemplari prodotti

  • Coronavirus, sospetto contagio in Umbria: donna in isolamento all'Ospedale di Perugia, i risultati tra 24 ore

  • Umbria Jazz 2020, tutto il programma dell'Arena Santa Giuliana: ecco i big in concerto a Perugia

Torna su
PerugiaToday è in caricamento