Mazzette, tutte le accuse all'ex direttore di Chirurgia Pediatrica: tre indagati

Notificato l'avviso di conclusione indagini ad Antonino Appignani, già direttore di Chirurgia pediatrica dell'ospedale di Perugia, a Mirko Bertozzi e al segretario Gianclaudio Pellico

Immagine d'archivio

Concussione e corruzione. Chiuse le indagini per l'ex direttore di Chirurgia Pediatrica dell'Università di Perugia, Antonino Appignani, finito nella bufera nel luglio scorso dopo la denuncia del ricercatore Alfredo Garzi a cui avrebbe chiesto - è questa la contestazione mossa dalla procura - 12mila euro in cambio del rinnovo di una convezione. Notificato l'avviso di conclusione indagini anche  al vice Mirko Bertozzi, e al segretario Gianclaudio Pellico. Per loro l'ipotesi di reato è di corruzione per un atto contrario ai doveri d'ufficio.

Secondo le indagini, l'ex direttore di Chirurgia, Antonino Appignani, avrebbe costretto Garzi, professore aggregato dell'Università di Salerno, a consegnargli la somma di 12mila euro per acconsentire alla sua collaborazione con l'Università di Perugia. Ma la procura contesta anche un'altra dazione di 3mila euro, risalente al 19 maggio scorso in cambio del rinnovo della convenzione in corso con l'Università. 

Mazzette sospette, sequestrato un "tesoretto" all'ex primario di pediatria dell'ospedale di Perugia

Nell'inchiesta, a cascata era finito anche il primario facente funzione Mirko Bertozzi e il segretario particolare di Appignani, Gianclaudio Pellico. Nel secondo filone d'indagine viene contestata un'altra dazione di denaro per tramite dell' amministrativo di reparto nel maggio del 2017 e consegnata ad Appignani. Una somma di 5mila euro, consegnata da Pellico ad Appignani, da parte di Bertozzi,per favorire la sua progressione di carriera. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Antonino Appignani è difeso dagli avvocati Mattia Maso, Ettore Grenci e Pietro Gigliotti; Mirko Bertozzi da Filippo Calabrese e Marco Angelini e Gianclaudio Pellico dai legali Andrea Annibale e Andrea Vignaroli. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Assembramenti e risse in centro e Fontivegge, ordinanza Romizi: chiusura anticipata locali e obbligo mascherine

  • Contrordine da Roma, dalle 13 siamo una regione a rischio basso, quindi virtuosa. Ora nel mirino: la Valle d'Aosta

  • Coronavirus e movida violenta a Castel del Piano, in venti ubriachi al bar e scoppia la rissa: quattro arresti

  • Spettacolo in cielo, le Frecce Tricolori sorvolano Perugia: ecco l'orario

  • Centro storico, assembramenti notturni in piazza Danti e in piazza IV Novembre: è polemica

  • Continua la campagna anti-Umbria sui contagi, ma il bollettino smentisce tutti: zero contagiati anche oggi, zero morti

Torna su
PerugiaToday è in caricamento