Incendio Fratticciola Selvatica: preso il responsabile

Le indagini della Forestale hanno portato ad individuare il responsabile dell'incendio di Fratticciola Selvatica che si è sviluppato nel pomeriggio di lunedì

Stava eseguendo lavori di ripulitura del terreno adiacente alla sua abitazione, ma a causa della disattenzione e delle condizioni proibitive dovute alle alte temperature, al forte vento e alla presenza di vegetazione seccaginosa, le fiamme si sono propagate velocemente al bosco limitrofo.

La natura colposa del rogo è emersa dall'attività investigativa avviata dagli uomini del Comando Stazione forestale di Perugia e che ha portato all’individuazione del responsabile dell'incendio che si è sviluppato nelle primissime ore del pomeriggio di lunedì 30 luglio a Fratticciola Selvatica nel Comune di Perugia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I rilievi tecnici eseguiti con strumentazione GPS dal Corpo forestale dello Stato hanno permesso di quantificare la superficie complessiva interessata dalle fiamme in HA 31.43.34, di cui Ha 20.68.49 di superficie boscata e Ha 10.74.85 di terreni seminativi e incolti.
Sul posto è intervenuto personale del Corpo forestale dello Stato, dei Vigili del Fuoco e della Comunità Montana; con un totale di 30 unità che hanno operato con 6 moduli AIB e 7 autobotti fino a sera inoltrata.

Viste le condizioni particolarmente difficoltose per lo spegnimento del fuoco, a causa del forte vento, dello stato seccaginoso della vegetazione e per mancanza di viabilità idonea a raggiungere tutte le aree interessate dall’incendio, si è reso necessario l’intervento dell’elicottero NH500 del Corpo forestale dello Stato in convenzione con la Regione Umbria con base a Foligno. Il responsabile, un uomo residente in zona, è stato deferito all’autorità giudiziaria ai sensi dell’art. 423bis per incendio boschivo.

Tenuto conto del perdurare delle eccezionali condizioni di temperature elevate e siccità della vegetazione, che rendono massimi gli indici di rischio per l’innesco e la propagazione degli incendi boschivi, la Regione Umbria ha disposto, a far data dal 2 agosto 2012, l’apertura del “Periodo di grave pericolosità per gli incendi boschivi”.

Vengono pertanto rese operative tutte le forze dedite all’attività di lotta attiva agli incendi previste dal Piano regionale AIB, costituite da personale e mezzi dei Vigili del Fuoco, del Corpo forestale dello Stato, delle Comunità Montane e delle associazioni di volontariato.
Con la dichiarazione dello stato di grave pericolosità vengono inoltre inasprite le sanzioni a carico di chiunque, sia volontariamente che non, causi lo sviluppo di incendi boschivi.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Assembramenti e risse in centro e Fontivegge, ordinanza Romizi: chiusura anticipata locali e obbligo mascherine

  • Spettacolo in cielo, le Frecce Tricolori sorvolano Perugia: ecco l'orario

  • Coronavirus e movida violenta a Castel del Piano, in venti ubriachi al bar e scoppia la rissa: quattro arresti

  • Contrordine da Roma, dalle 13 siamo una regione a rischio basso, quindi virtuosa. Ora nel mirino: la Valle d'Aosta

  • Le Frecce Tricolori nei cieli di Perugia, domani il grande giorno per ammirare la pattuglia acrobatica

  • Centro storico, assembramenti notturni in piazza Danti e in piazza IV Novembre: è polemica

Torna su
PerugiaToday è in caricamento