Il "trasportatore di morte" scoperto appena sceso dal treno: nella "pancia" tanta eroina da spacciare

Continua senza sosta l'opera di controllo dei passeggeri che arrivano dalle grandi città - in special modo da Roma - nel capoluogo umbro

I controlli alla Stazione di Fontivegge stanno dando buoni frutti. Non solo in chiave anti-terrorismo ma anche sul versante di una piaga storica - molto arginata negli ultimi tre anni - come quella della droga. La Polizia ha assicurato alla giustizia un trafficante di stupefacenti che è stato intercettato appena sceso dal treno partito per Roma. Durante il controllo di routine l'uomo - un 40enne nigeriano - aveva destato sospetto perchè non aveva amici da andare a trovare - nessun indirizzo sicuro - e neanche dove alloggiare per questa sua permanenza.

Da qui il trasporto in Questura dove ha ammesso di essere un corriere della droga: prima del viaggio aveva ingoiato diversi ovoli con stupefacente. Portato in Ospedale, gli accertamenti sanitari hanno consentito di in corpi estranei nel tratto intestinale, che sono stati poi tutti via espulsi nel corso del suo ricovero. La sostanza è risultata essere eorina. La droga sequestrata ha un peso complessivo di circa grammi 240, suddivisa in ben 22 ovuli termosaldati. Sono stati avviati gli approfondimenti investigativi volti ad accertare la provenienza dello stupefacente nonché i destinatari. Il 40enne nigeria è stato arrestato e si trova ora al Carcere di Capanne.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nessuno vuole più indossare la toga? Esame da avvocato, domande al minimo storico

  • Muore a 39 anni schiacciato dal trattore, inutili i soccorsi

  • Umbria, colpito da infarto in banca: infermiere e vigile del fuoco fuori servizio gli salvano la vita

  • Cadavere in un canale, sul posto Carabinieri e Vigili del fuoco

  • Albero crolla e si abbatte su una casa e su un'auto

  • Travolto e ucciso da un'auto in superstrada: Fabrizio muore a 45 anni

Torna su
PerugiaToday è in caricamento