“Il bimbo sta male, non respira, sbrigatevi altrimenti spariamo a tutti”: nonno e figlio a processo

I due imputati dovranno rispondere di minacce aggravate nei confronti di una pediatra. Ecco tutta la vicenda

Dovranno di rispondere di ingiurie e minacce gravi, un nonno e un giovane papà di un bimbo di otto mesi, che durante una visita medica al reparto di pediatria di un ospedale umbro, minacciarono la dottoressa che aveva in cura il neonato. I fatti, accaduti nel 2012, sono sbarcati in aula questa mattina davanti al giudice Martino per ascoltare due testimoni del pm. 

In seguito alla denuncia sporta dal medico pediatrico, il nonno e il padre del bimbo arrivarono in ospedale  perché il piccolo era affetto da raffreddamento e tosse. Nel mentre la pediatra stava rivolgendo le prime cure al paziente, avrebbero fatto “irruzione” in medicheria i due uomini: “Il bambino sta male, non respira, sbrigatevi altrimenti noi spariamo a tutti”. Nonostante l’invito da parte della dottoressa di moderare i toni e il comportamento, nonno e padre avrebbero incalzato ancora: "Non hai capito, noi non denunciamo, noi spariamo direttamente". Visto il degenerare della situazione, fu richiesto anche l'intervento di una pattuglia di polizia che giunta sul posto constatò la presenza del padre del bimbo nella camera di degenza, mentre il nonno si era già allontanato. 

Nonostante le rassicurazioni della pediatra sullo stato di salute del bimbo, tali da non presentare situazioni cliniche preoccupanti, il padre e il nonno  avrevbbero comunque continuato a sostenere un atteggiamento aggressivo nei suoi confronti: "Se uno dei nostri figili va al creatore, voi ci andate insieme a lui". Il nonno in corridoido sarebbe arrivato anche a bestemmiare alla presenza di altri genitori e figli, una situazione imbarazzante e complessa da gestire e riportata alla calma solo tempo dopo.

Per i due uomini, a seguito della denuncia, è stata disposta la citazione diretta a giudizio al tribunale di Perugia ed ora dovranno rispondere di minacce aggravate. I due imputati sono difesi dagli avvocati Roberto Quirini e Roberta Ribigini. La discussione è stata fissata il 23 giugno. 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Valle dei fuochi umbra, il sospetto dei cittadini: "Perchè Enel bonifica tutto proprio adesso?"

  • Attualità

    Sanità, niente più file ai Cup: basta una telefonata per prenotare le visite e chiedere informazioni

  • Attualità

    Caccia in Umbria, la proposta del calendario 2018/2019: tutte le novità e le date

  • Attualità

    Scuola, in Umbria 900 docenti senza laurea rischiano il licenziamento in tronco

I più letti della settimana

  • L'Umbria fa scuola in tutta Italia: i bulletti sospesi vanno ad aiutare gli anziani soli

  • Legge 104, lo strano caso dell'Umbria: "Un dipendente regionale su 5 ne usufruisce, più della Sicilia"

  • Perugino in coma all'ospedale di Bangkok, l'appello della famiglia: "Aiutateci a riportarlo a casa"

  • Don Matteo 11, attesa per il gran finale di stagione: Terence Hill torna in Umbria

  • Tragedia in montagna, muore mentre cerca asparagi: inutili tutti i tentativi di soccorso

  • Bimba piccola muore per un' infezione, la famiglia chiede maxi risarcimento al medico

Torna su
PerugiaToday è in caricamento