“Il bimbo sta male, non respira, sbrigatevi altrimenti spariamo a tutti”: nonno e figlio a processo

I due imputati dovranno rispondere di minacce aggravate nei confronti di una pediatra. Ecco tutta la vicenda

Dovranno di rispondere di ingiurie e minacce gravi, un nonno e un giovane papà di un bimbo di otto mesi, che durante una visita medica al reparto di pediatria di un ospedale umbro, minacciarono la dottoressa che aveva in cura il neonato. I fatti, accaduti nel 2012, sono sbarcati in aula questa mattina davanti al giudice Martino per ascoltare due testimoni del pm. 

In seguito alla denuncia sporta dal medico pediatrico, il nonno e il padre del bimbo arrivarono in ospedale  perché il piccolo era affetto da raffreddamento e tosse. Nel mentre la pediatra stava rivolgendo le prime cure al paziente, avrebbero fatto “irruzione” in medicheria i due uomini: “Il bambino sta male, non respira, sbrigatevi altrimenti noi spariamo a tutti”. Nonostante l’invito da parte della dottoressa di moderare i toni e il comportamento, nonno e padre avrebbero incalzato ancora: "Non hai capito, noi non denunciamo, noi spariamo direttamente". Visto il degenerare della situazione, fu richiesto anche l'intervento di una pattuglia di polizia che giunta sul posto constatò la presenza del padre del bimbo nella camera di degenza, mentre il nonno si era già allontanato. 

Nonostante le rassicurazioni della pediatra sullo stato di salute del bimbo, tali da non presentare situazioni cliniche preoccupanti, il padre e il nonno  avrevbbero comunque continuato a sostenere un atteggiamento aggressivo nei suoi confronti: "Se uno dei nostri figili va al creatore, voi ci andate insieme a lui". Il nonno in corridoido sarebbe arrivato anche a bestemmiare alla presenza di altri genitori e figli, una situazione imbarazzante e complessa da gestire e riportata alla calma solo tempo dopo.

Per i due uomini, a seguito della denuncia, è stata disposta la citazione diretta a giudizio al tribunale di Perugia ed ora dovranno rispondere di minacce aggravate. I due imputati sono difesi dagli avvocati Roberto Quirini e Roberta Ribigini. La discussione è stata fissata il 23 giugno. 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Tragedia in Umbria, si sente male dopo una passeggiata: muore 17enne

    • Cronaca

      Condannato per spaccio e rapina, ma era latitante: stanato e catturato in centro storico

    • Cronaca

      Sant'Angelo, il parco della vergogna fra degrado e abbandono: box e bagni vandalizzati

    • Cronaca

      Tragedia in Umbria, trovato morto in casa: inutili i tentativi di rianimarlo

    I più letti della settimana

    • Tragedia in Umbria, si sente male dopo una passeggiata: muore 17enne

    • Paura in centro storico, aggrediti dopo la laurea: bambina terrorizzata, balordo catturato

    • Miss Mamma 2017, due signore umbre sbancano il concorso: sono loro le mammine belle e brave

    • Spaventoso frontale, il camion si ribalta: umbro 50enne muore nell'incidente

    • Tragedia in Umbria, esce di casa per cercare asparagi: trovato morto in un bosco

    • Corciano, lutto in famiglia per il sindaco Betti: "Siamo vicini a lui e alla famiglia"

    Torna su
    PerugiaToday è in caricamento