Maxi frode fiscale, imprenditore scoperto dalla Finanza: sequestro milionario

Le Fiamme Gialle hanno posto sotto sequestro un fabbricato industriale, tre terreni e quattro veicoli, per un valore complessivo superiore a 1,5 milioni di euro

Maxi frode fiscale scoperta dalla Guardia di Finanza di Perugia. Le Fiamme Gialle hanno posto sotto sequestro un fabbricato industriale, tre terreni e quattro veicoli, per un valore complessivo superiore a 1,5 milioni di euro.

Il provvedimento di sequestro “per equivalente”, disposto dal GIP del Tribunale di Spoleto, è stato eseguito nei confronti di un imprenditore tuderte, operante nel settore agricolo, sottoposto a indagini per l’annotazione di fatture false, il mancato versamento dell’I.V.A. e per avere posto in essere una serie di atti fraudolenti finalizzati a evitare che le procedure di riscossione dei crediti vantati dall’Erario colpissero i beni dell’impresa.

Le indagini della Guardia di Finanza hanno portato alla luce una “frode carosello” (un particolare e complesso artificio finalizzato a violare le normative sull’I.V.A.) che vedeva coinvolte, oltre all’imprenditore, due società operanti nel settore del commercio di legname, con sede a Collazzone e a Todi.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Umbria, tragico schianto in moto: Francesco muore nell'incidente

  • Dramma in via Canali, donna di 49 anni trovata morta in un parcheggio

  • Incidente lungo la E45, 23enne in gravissime condizioni: è in prognosi riservata

  • Perde il controllo del ciclomotore e finisce a terra, muore a 43 anni

  • Family Day Perugia, il cattolico Fora non firma il manifesto e accusa: "Chi sta con Salvini non può dirsi cristiano"

  • Quando Bob Dylan, a Perugia, perse l’amore

Torna su
PerugiaToday è in caricamento