Tanto rumore per una BUFALA: il somaro dopato non era dopato, le contro-analisi non mentono

L'annuncio ufficiale dato direttamente dal neo-presidente Paolo Campioni e dal gonfaloniere Roberto Cambiotti. Le analisi effettuate nel centro di Padova. SCARICA IL REFERTO DEFINITIVO delle CONTRO-ANALISI

Negativo. E' questo il verdetto delle controanalisi effettuate da Porta San Martino insieme all'Ente Giochi de le Porte dopo che le prime analisi in chiave anti-doping sul campione di sangue dell'asino da corsa Cesare aveva accertato una positività che, a scopo precauzionale, aveva portato alla sospensione per 10 anni dell'allora Priore Lucio Giombini, il capostalla, il veterinario e i tre giovani che hanno gareggiato nell'ambito del Palio dei Giochi de le Porte 2016. L'annuncio è stato dato direttamente a Perugia nel giorno della presentazione ufficiale della squadra del nuovo presidente Paolo Campioni.

Le controanalisi sono state effettuate nella clinica privata - accreditata sul doping - di San Marco a Padova. Cesare era risultato positivo alla sostanza Stanozololo. Nella seconda provetta - sempre prelevata nel giorno della gara e finalizzata proprio per eventuali controanalisi - dopo esami specifici e di grande precisione non è risultato nessun a sostanza dopante o altri livelli superiori alla soglia di tolleranza. 

Grande soddisfazione per il presidente Paolo Campioni e per il nuovo Gonfaloniere Roberto Cambiotti: "Abbiamo passato come portaioli - ha ribadito a Perugiatoday.it il Gonfaloniere - come gualdesi e come amanti dei giochi mesi terribili per via di quella presunta positivita. Ora le contro-analisi hanno di fatto cancellato questa macchia. Porta San Martino e tutto l'ambiente dei Giochi de le Porte sono puliti come dimostrano 40 anni di attività senza problemi, di cui gli ultimi 10 con tanto di anti-doping obbligatorio per qualsiasi somaro che corre nel nostra Palio. Abbiamo dimostrato ancora una volta di amare, rispettare questi nostri grandi amici a quattro zampe che a Gualdo sono venerati... altro che maltrattati. Ora in molti dovranno chiedere scusa a Porta San Martino e all'Ente. Finito tutto l'iter tecnico l'Ente, se tutto andrà come deve andare, toglierà le squalifiche pesantissime inflitte come da regolamento: ben 10 anni a testa". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

scarica qui il documento ufficiale degll'esame anti-doping Esame-92749-Ente -Giochi-de-le-Porte-2

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, purtroppo altre 3 persone decedute negli ospedali di Foligno, Pantalla e Terni. Sono 24 in Umbria

  • L'Umbria apre tutte le sue bocche di fuoco contro il virus: test rapidi, 2mila tamponi al giorno e 25mila controlli mirati

  • Coronavirus, bollettino regionale del 29 marzo: 1023 contagiati, cresce il numero dei guariti, 'solo' in 46 in terapia intensiva

  • Coronavirus, bollettino medico del 26 marzo: in Umbria 20 morti, 802 contagiati e 12 clinicamente guariti

  • Coronavirus, quando finirà l'emergenza? Le previsioni per l'Umbria

  • Coronavirus, bollettino regionale Umbria 31 marzo: rallenta il contagio, aumenta invece il numero dei guariti

Torna su
PerugiaToday è in caricamento