Un sindaco costretto a fare un appello ai ladri: "Ridateci quei due rari documenti storici"

Un brutto episodio è avvenuto nella città di Gualdo Tadino. La sede dei Vigili Urbani è stata colpita da dei ladri che hanno portato via la cassaforte contenente del denaro, due pistole ed anche gli antichi Statuti

I furti a Gualdo Tadino non sono mai mancati in questi ultimi anni. Come gli arresti dei Carabinieri che hanno, dopo mesi di indagini, messo le manette a diverse bande di ladri pendolari. Ma certo fa specie che addirittura sono andati a rubare armi - e questo è molto pericoloso - e due documenti storici di immenso valore ma solo per i gualdesi e la città: ovvero gli antichi Statuti della Città e il Laudario Lirico. Il tutto dopo una raid avvenuto nella Caserma dei Vigili Urbani.

Il sindaco Massimiliano Presciutti ha lanciato un appello direttamente ai ladri per riavere i due preziosi documenti storici che sono il cuore della storia di Gualdo: "Tutti i cittadini si sentono molto offesi per questo gesto e mi auguro che questi malviventi abbiano l’intenzione di restituircelo. A questo proposito lancio un appello affinché questi due preziosissimi documenti possano essere riconsegnati. Spero che gli autori di questo ignobile gesto abbiamo il buon senso di ridare ai gualdesi quello che rappresenta la nostra storia”. Chissà se i ladri avranno rispetto almeno per la storia e le radici dei gualdesi...

Potrebbe interessarti

  • Alcol denaturato, un potente disinfettante per l'igiene domestica

  • Spazzatura, come disinfettare i bidoni ed evitare il cattivo odore, specie d'estate

  • Peperoncino, tutti i pro e i contro di una spezia molto amata da tanti

  • Passione per il barbecue, come costruirne uno fai-da-te

I più letti della settimana

  • Tragedia in ospedale, cade dalle scale e muore a 26 anni

  • Tragedia in centro storico, ragazza di 28 anni trovata morta

  • Tragedia all'ospedale, studentessa universitaria cade dalle scale e muore

  • Investito sulla E45, il testimone: "Ho cercato di convincerlo a salire in auto, poi si è lanciato sulla strada"

  • A piedi sulla E45, travolto e ucciso da un'automobile

  • Sostiene un esame a Medicina e precipita dalle scale dell'Ospedale: muore a soli 26 anni

Torna su
PerugiaToday è in caricamento