Padre e figlio gualdesi a caccia di legname nei boschi degli altri: arrestati

Sventato un furto di legname a Sigillo grazie all'azione congiunta di Carabinieri e Polizia Municipale. Padre e figlio senza autorizzazione avevano tagliato alberi all'interno di un'azienda agraria e poi avevano accatastato il tutto a bordo strada per per poi caricarlo su un vecchio pick up. Ma qualcuno, che ha assistito alla scena, ha lanciato l'allarme alla forze dell'ordine,  poco dopo hanno colto sul fatto i due uomini. Nelle vicinanze dell’auto è stato identificato il padre, un gualdese 63enne intento a caricare del materdale sul proprio mezzo, che si è giustificato dicendo di trovarsi lì solo per fare un po’ di pulizia di rami e tronchi.

Oltre a lui è stato fermato il figlio, 27enne, che "era armato" di motosega. Il legname trafugato oscilla sui 20 quintali. Ma i carabinieri, tenendo conto anche delle denunce passate e di alcune testimonianze,  hanno attribuito ai due arrestati anche il furto di legname commesso un mese prima, sempre ai danni della medesima Azienda Agraria; quella volta però ben più cospicuo, oltre 80 quintali. Il mezzo utilizzato da padre e figlio per il trasporto, privo di assicurazione e della prevista revisione, è stato posto sotto sequestro, come anche il materiale utilizzato per il disboscamento. I due arrestati, già giudicati con rito direttissimo, sono stati rimessi in libertà.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Senato assume personale, il concorso: primo stipendio da 1.726 euro al mese

  • Umbria, tragico schianto in moto: Francesco muore nell'incidente

  • Family Day Perugia, il cattolico Fora non firma il manifesto e accusa: "Chi sta con Salvini non può dirsi cristiano"

  • Quando Cicciolina girava per il centro di Perugia mostrando le sue grazie ai passanti

  • Quando Bob Dylan, a Perugia, perse l’amore

  • LA VIGNETTA di Giuseppe Pellegrini. Il Frecciarossa parte seconda: l'orario infernale!

Torna su
PerugiaToday è in caricamento