INVIATO CITTADINO Rotatoria Rimbocchi, rubata la targa del Grifo di Pasticci

Quel povero Grifo sta lì da 12 anni, ma è stata un guerra continua. Al Grifo ne hanno combinate di tutti i colori: sgarbi,  dispetti, beffe, danneggiamenti

A Perugia non si salva più niente: si sono fregati la targa del Grifo di Pasticci all’Elce, rotatoria San Giovanni Paolo II, in zona Rimbocchi. Quel povero Grifo sta lì da 12 anni: Paolo lo regalò alla città all’epoca della sindacatura Locchi. Ma è stata un guerra continua. Al Grifo ne hanno combinate di tutti i colori: sgarbi,  dispetti, beffe, danneggiamenti.

Più volte lo hanno imbrattato con secchiate di vernice, ne hanno sabotato le pompe (anche adesso, di sei che sono ne funzionano tre… ed è già un miracolo), hanno gettato nella fontana flaconi di detersivo ottenendo un effetto panna. E questa è l’ultima bravata. Racconta Paolo Pasticci, sculptor optimus, di fama internazionale, ampiamente meritata: “Mi hanno detto che avevano rubato la targa e sono andato a vedere: era proprio così”.

Va detto, incidentalmente, che l’Inviato Cittadino si era impegnato per avere quel cartello, indicante il titolo dell’opera (“Grifo rampante su ruota della vita”) e il nome dell’artista, analogamente a quanto sta facendo perché all’Isola del vento di Pian di Massiano venga apposta l’indicazione dell’autore, Sestilio Burattini.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Rubarla non è stata un’impresa difficile – racconta l’amico Paolo – dato che è bastato allentare le viti che la tengono ancorata alla base dell’aiuola”. Insomma: un atto eroico! “Mi sono recato al Comando della Municipale – prosegue Pasticci – e ho segnalato la circostanza. Mi hanno indirizzato al cantiere dove un solerte operaio ha rifatto la targa, poi ricollocata al posto di quella rubata” (per la verità, un poco più a destra, ndr). Dove resterà… ancora per quanto?

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Aste giudiziarie, l'occasione per "rifarsi" l'auto: dall'audi Q2 praticamente nuova alla Mercedes a 50 euro

  • Covid19, parte l'indagine sierologica a Perugia: Istat seleziona cittadini, occhio al numero telefonico

  • Perugia, incendio alla Biondi recuperi: vigili del fuoco in azione, nube nera in cielo

  • Coronavirus, la Usl Umbria 2: "Quattro nuovi casi di positività", tamponi ai familiari

  • Scontro tra auto a Umbertide: morte due persone, un'altra è rimasta ferita

  • Si schianta con la moto in superstrada e il mezzo prende fuoco, ferito motociclista

Torna su
PerugiaToday è in caricamento