Giudici accoltellati in tribunale a Perugia, Ferracci condannato a 12 anni di carcere per tentato omicidio

Il pm aveva chiesto una condanna a 15 anni con l'aggravante della premeditazione. La difesa invece, l'assoluzione per infermità mentale

Giudici accoltellati il 25 settembre

Dodici anni di reclusione per tentato omicidio. E’ questa la condanna stabilita dal gup Alessandro Moneta del tribunale di Firenze nei confronti di Roberto Ferracci, il 53enne spellano che il 25 settembre scorso accoltellò i giudici Umberto Rana e Francesca Altrui all’interno degli uffici del palazzo di giustizia in Piazza Matteotti. Il pm ha chiesto una condanna a 15 anni, chiedendo di riconscere l'aggravante della premeditazione mentre la difesa, avvocato Silvia Olivieri, ha avanzato richiesta di assoluzione per infermità mentale di Ferracci. 

Una mattinata di terrore: armato di coltelli si introdusse negli uffici del tribunale civile di Perugia ferendo il giudice Francesca Altrui e in seguito il collega, intervenuto per salvarle la vita. La scorsa udienza il perito incaricato dal tribunale aveva giudicato l’imputato “capace di intendere e di volere al momento del fatto” ma l’avvocato difensore Silvia Olivieri aveva contestato “la mancanza dei necessari approfondimenti tecnici,stante anche la assenza di colloqui con il servizio psichiatrico del carcere, con quello del CSM di Foligno e con il nucleo familiare”.

Giudici accoltellati in tribunale, perizia sull'aggressore: "Capace di intendere e di volere"

La difesa dell'imputato, “viste le risposte non esaurienti del perito e la relazione poco approfondita”,  aveva chiesto la nomina di un nuovo perito. Istanza questa, non accolta dal giudice. Nei confronti di Ferracci, attualmente al carcere di Capanne, era  stata comunque esclusa dalla perizia del Ctu della procura l’ipotesi della premeditazione.

 L'uomo insieme alla famiglia era titolare dell'Hotel Julia, ormai fallito, tanto che l'immobile il prossimo novembre sarebbe tornato all'asta con un prezzo al ribasso rispetto al valore originale. I magistrati parti offese, si sono costituiti parte civile con l'avvocato Maresca.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Assembramenti e risse in centro e Fontivegge, ordinanza Romizi: chiusura anticipata locali e obbligo mascherine

  • Spettacolo in cielo, le Frecce Tricolori sorvolano Perugia: ecco l'orario

  • Le Frecce Tricolori nei cieli di Perugia, domani il grande giorno per ammirare la pattuglia acrobatica

  • LA LETTERA al sindaco. Ordinanza: "Non si interviene così: chi ha sbagliato paghi ma senza penalizzare noi commercianti"

  • Ad Umbertide apre un nuovo supermercato: 450 mq e una linea di prodotti tutta made in Umbria

  • Risse e assembramenti, l'assessore Merli: "Ecco perché abbiamo dovuto chiudere il centro storico". Da stasera super controlli

Torna su
PerugiaToday è in caricamento