Ragazzina – arbitro aggredita da un genitore dopo la partita: 17enne finisce in ospedale

Giovane arbitro aggredita da un genitore al termine di una partita. E’ il brutto episodio  accaduto domenica scorsa al termine della gara

Giovane arbitro aggredita da un genitore al termine di una partita. E’ il brutto episodio  accaduto domenica scorsa al termine della gara del campionato Giovanissimi regionali dell’Umbria tra Junior Tiferno e Bastia allo stadio di Monterchi. Come riporta La Nazione, la discussione sarebbe nata perché la ragazza avrebbe invertito un ammonizione e così, mentre si stava dirigendo verso lo spogliatoio, sarebbe stata raggiunta dal padre del giocatore a cui sarebbe stata assegnata la sanzione. A questo punto l'uomo avrebbe sferrato un violento calcio alla porta che avrebbe ferito la giovane arbitro all’anca. Subito accompagnata al pronto soccorso, i medici l’hanno dimessa con una decina di giorni di prognosi (nulla di grave per fortuna), mentre allo stadio sono arrivati i carabinieri per i primi accertamenti. La giovane, secondo quanto riportato dal quotidiano, ha presentato denuncia per quanto accaduto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nessuno vuole più indossare la toga? Esame da avvocato, domande al minimo storico

  • "Mi ha ridotto così divertendosi": Caterina denunciando tutto è riemersa dall'abisso: massacrata ma viva

  • Cadavere in un canale, sul posto Carabinieri e Vigili del fuoco

  • Ingegneri, architetti, scienziate e statistici: i laureati che mancheranno nei prossimi anni

  • Albero crolla e si abbatte su una casa e su un'auto

  • Gualdo e comuni limitrofi, sale la preoccupazione per i furti: mezzo sospetto, scatta il tam-tam

Torna su
PerugiaToday è in caricamento