Gioielleria depredata, i proprietari alzano la testa e riaprono: "Noi non ci arrendiamo"

La gioielleria Farabbi, a un mese di distanza dal'assalto subito da una banda di malviventi, riapre il 1 luglio

immagine d'archivio

Riapre la storica Gioielleria Farabbi di Ponte Felcino a un mese di distanza dal furto subito. I proprietari, nonostante gli ingenti danni subiti (la banda ha usato un'auto come ariete, sfondato la saracinesca e la vetrata, poi ha agganciato la cassaforte e l'ha trascinata via), ha deciso di rialzare la testa e di riaprire sabato 1 luglio. 

"Nonostante quello che ci è successo abbiamo deciso di non fermarci, ma di ripartire cercando di superare le difficoltà - spiega Martina Farabbi, figlia del titolare. Ovviamente speriamo che le cose vadano bene,perchè abbiamo perso tanto e non sarà facile, ma comunque non vediamo l' ora di ricominciare, l' entusiasmo non manca anche se il ricordo di quella notte rimane vivido e non se ne andrà semplicemente". 

"Se non ci siamo persi d' animo e siamo riusciti a ripartire è stato anche merito di tutta la comunità di Ponte Felcino, del Sindaco che è venuto a trovarci e si è interessato alla nostra situazione e dei colleghi orafi di Perugia .Il supporto morale di tutti loro e la vicinanza in questa situazione - conclude Martina - è stato fondamentale,perchè dopo l' accaduto non eravamo convinti di riuscire a ricominciare". E invece ce l'hanno fatta. Grazie anche al supporto di tutta la comunità. Auguri per questo nuovo inizio. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nessuno vuole più indossare la toga? Esame da avvocato, domande al minimo storico

  • Muore a 39 anni schiacciato dal trattore, inutili i soccorsi

  • Umbria, colpito da infarto in banca: infermiere e vigile del fuoco fuori servizio gli salvano la vita

  • Cadavere in un canale, sul posto Carabinieri e Vigili del fuoco

  • Albero crolla e si abbatte su una casa e su un'auto

  • Travolto e ucciso da un'auto in superstrada: Fabrizio muore a 45 anni

Torna su
PerugiaToday è in caricamento